Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Rapporto Censis, Ascoli tra le province più digitalizzate d’Italia. Camera di Commercio Marche: «Una bella notizia e una conferma»

Il presidente Sabatini: «Ascoli Piceno al top, Ancona e Pesaro Urbino tra le prime 20 province, tutte le Marche dentro una zona positiva sono un'ottima notizia. Conferma lo sforzo progettuale e sugli investimenti che stanno realizzando i nostri imprenditori»

digitalizzazione, imprese
Foto da Pixabay-geralt

La necessità di una digitalizzazione è stata enfatizzata dal lockdown, che ha costretto molti allo smartworking e alle lezioni a distanza via Zoom. Ora il Rapporto del Censis inquadra proprio lo stato della trasformazione digitale in Italia, che fa sorridere le Marche. A sorpresa, sul fronte indicatori digitali, la provincia di Ascoli Piceno è sesta in Italia. È preceduta solo da Milano, Roma, Bologna, Firenze e Modena.

Commissionato dall’Operazione Risorgimento Digitale, iniziativa comune di una trentina di aziende tecnologiche e associazioni per affrontare assieme il divario digitale italiano, anticipato da La Repubblica, il Rapporto del Censis è stato realizzato poco prima del lockdown e prende in considerazione le 281 regioni europee. Vengono esaminati elementi come diffusione della SpiD, possibilità di pagare online i servizi pubblici, numero di imprese con voucher per digitalizzarsi, domini web registrati, siti che offrono e-commerce.

Nella classifica delle province italiane, tra le prime 20 ci sono anche Ancona e Pesaro Urbino. Macerata è nella schiera di province tra il 21° e il 40° posto, Fermo invece in quella tra il 41° e il 60°: media classifica (sono 107 le province o suddivisioni territoriali in Italia).

Ascoli Piceno al sesto posto in Italia tra le province più digitali del nostro Paese! Il rapporto Censis sullo stato…

Pubblicato da Marco Fioravanti – Sindaco di Ascoli Piceno su Martedì 11 agosto 2020

Al di là delle Marche, però, i dati italiani denotano una situazione non proprio felice nel confronto con l’Europa. In Italia c’è una forte relazione tra Pil e internet: dove internet è più utilizzato il Pil è più alto, dove il Pil è più alto internet è più utilizzato.
Parlando sempre di indicatori digitali, a livello europeo l’Italia appare solo dal 213° posto e all’ultimo troviamo la Calabria.
Invece, nella classifica del progresso socio-economico delle 281 regioni europee, fra le italiane in testa troviamo le province di Trento e Bolzano, Emilia Romagna, Lombardia e Friuli Venezia Giulia. La prima italiana è però solo al 164° posto, mentre la Sicilia è all’ultimo.

Gino Sabatini

Il sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti esulta per il risultato della sua città. Ed esulta anche Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche. «Ascoli Piceno al top, Ancona e Pesaro Urbino nelle prime 20 province, tutte le Marche dentro una zona positiva sono un’ ottima notizia». Sabatini prosegue: «Innanzitutto perché conferma lo sforzo progettuale e sugli investimenti che stanno realizzando i nostri imprenditori, anche per recuperare il gap accumulato negli anni precedenti. Questo risultato conferma, inoltre, la bontà della strategia della Camera di Commercio delle Marche, che sia attraverso risorse e interventi propri, sia in collaborazione con la Regione Marche sta orientando e accelerando i processi di digitalizzazione. L’asset tecnologico è quello che farà delle Marche e delle sue imprese un’area competitiva e innovativa a livello globale».

Gli fa eco Marco Pierpaoli, membro di Giunta di Camera Marche con delega all’innovazione: «In tutto questo Camera Marche c’è, e non si ferma a dispetto delle sospensioni imposte da emergenza e ferie d’agosto. Eroghiamo i nostri servizi ora più che mail in modalità on line per urgenza di semplificazione e ragioni di sicurezza: è possibile scaricare da web gratuitamente i documenti della propria  impresa (visure, atti, bilanci) e collegarsi al cassetto digitale, rinnovare la firma digitale in scadenza, ricevere certificazione per l’estero e avvalersi del servizio stampa in azienda, seguire webinar formativi, trovare informazioni su come avviare una attività, richiedere certificazione in inglese sullo stato di emergenza sanitaria, registrare marchi e brevetti. Info e link sul sito www.marche.camom.it sezione Camera Smart». E ancora: «Inoltre stiamo lavorando all’istruttoria delle oltre 400 domande pervenute per il nostro bando sulla partecipazione ai market place. I primi di settembre saremo al Festival Remake di Fabriano, in particolare segnalo la giornata del 4 settembre dedicata al Pianeta 4.0».

Ricorda il presidente Sabatini: «Stiamo selezionando le aziende che parteciperanno tra ottobre e novembre agi eventi, virtuali, di Smau cui collaboriamo insieme alla Regione Marche; è ancora possibile peraltro candidarsi al Premio Innovazione promosso dalla  più articolata piattaforma italiana di incontro e matching dedicata all’innovazione per le imprese e gli enti locali (info sulla  home del nostro sito marche.camcom.it».