Attualità

Ragazzo down picchiato dal branco

Un diciottenne è stato assalito da alcuni coetanei che gli hanno provocato lividi al collo e sulla schiena. I genitori si sono rivolti ai carabinieri di Osimo per sporgere denuncia e capire chi sono i responsabili del grave episodio di violenza

OSIMO – Choc ad Osimo per l’aggressione ad un ragazzo down da parte di alcuni coetanei. L’episodio è avvento qualche giorno fa mentre la vittima stava aspettando l’autobus alla fermata del maxiparcheggio per recarsi a scuola. Il giovane, 18 enne di Offagna, è stato accerchiato dal gruppo e malmenato con calci e pugni. A segnalare l’increscioso fatto è stata una signora di Osimo che ha assistito alla scena.

«La donna – ha raccontato la mamma del ragazzo – ha detto di aver visto dei ragazzi mettere le mani al collo a mio figlio spingendolo al muro. Si è avvicinata per richiamarli ed è stata anche lei insultata e ha dovuto minacciare l’intervento della polizia per fermarli». I famigliari si sono accorti della violenza il giorno dopo quando il figlio, tornato da scuola, ha affermato di di aver ricevuto un pugno da un compagno

«Quando ho cercato di fargli la doccia – prosegue la madre – ho scoperto che aveva lividi dietro al collo e sul petto e ho capito che il pugno era vero e che avrei dovuto approfondire l’accaduto». Già in passato il ragazzo era stato vittima di vessazioni da parte di alcuni conoscenti di Offagna: «Una dozzina di ragazzini lo hanno preso di mira in paese, giocando con l’accendino e sbeffeggiandolo, voglio sapere – ha affermato il padre – se sono stati ancora loro». I genitori del 18enne hanno comunque già contattato i presunti bulli ma, avendo ricevuto risposte evasive, si sono rivolti ai carabinieri per sporgere denuncia e capire chi sono i responsabili dell’aggressione.

Ti potrebbero interessare