Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Tanta solidarietà per la Croce Gialla, ma è ancora emergenza

Dalle mascherine agli occhiali di protezione, fino a bonifici di una mensilità di stipendi: le donazioni da parte di associazioni, aziende e privati sono moltissime

ANCONA- L’appello lanciato dalla Croce Gialla di Ancona di certo non è caduto nel vuoto. Sono state tante le donazioni che fino ad oggi hanno consentito agli operatori di avere dispositivi anti-contagio per rimanere comunque in prima linea.

Chi ha potuto ha donato del materiale, mascherine e occhiali di protezione ma c’è anche chi ha preferito organizzare delle vere e proprie raccolte fondi. È il caso del Circolo Belvedere Giuseppe Di Vittorio e Achille Grandi di Posatora che ha donato 500 euro. Stessa cifra è stata raccolta e poi donata dall’Associazione Alzheimer Italia. Dopo lo stipendio donato da un volontario che al momento non può fare servizio per motivi personali, un altro volontario fuori Ancona per motivi di lavoro non ha voluto far mancare il proprio aiuto facendo un bonifico.

Dispositivi di protezione che sono stati donati anche dal Centro Odontoiatrico Techne di via Vicarelli ad Osimo, dalla ditta Marine Work Sistem di Ancona mentre il socio non che autista 118 Enrico Amici ha provveduto di propria iniziativa ad acquistare dei nuovi termometri digitali che sono stati messi nei mezzi di soccorso in sostituzione di quelli vecchi.