Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Quadrilatero: sit-in dei lavoratori e blocco della Statale

I sindacati di categoria hanno deciso per otto ore di sciopero con il blocco del traffico lungo la SS 76 per il 27 settembre. Obiettivo: chiedere alle Istituzioni un intervento per sbloccare i finanziamenti del Cipe

I Lavori alla Quadrilatero fermi
I Lavori alla Quadrilatero fermi

FABRIANO – Blocco del traffico lungo la SS. 76 per chiedere alle Istituzioni un intervento per sbloccare i finanziamenti del Cipe e per la prosecuzione dei lavori della Quadrilatero. A proclamarlo, per giovedì 27 settembre, le tre sigle dei sindacati di categoria Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil Marche.

Tornano in strada i lavoratori dei cantieri di Fabriano della Astaldi, Borgo Tufico e Cancelli, preoccupati dallo stallo dei lavori per il progetto Quadrilatero, maxi-lotto n. 2 che consiste nel raddoppio della SS. 76 e nella realizzazione della Pedemontana delle Marche, Fabriano-Muccia. Sono 48 i posti di lavoro a rischio, ma se si allarga il raggio visivo anche ai sub-appaltatori del contraente generale, la Astaldi, posti di lavoro e crediti vantati salgono vertiginosamente.

Soprattutto, è altissimo il rischio incompiuta per un’opera di vitale importanza non solo per Fabriano, per l’economia del territorio e per lo sviluppo turistico, ma per l’intera Regione Marche. Non per ultimo, il tema della sicurezza delle persone che quotidianamente percorrono questa importante arteria stradale per recarsi al lavoro.

Insomma, una situazione a tratti paradossale, visto che i finanziamenti ci sono, ma devono essere sbloccati dall’aprile scorso. Da quando, cioè, si è riunito il Cipe l’ultima volta. Poi più nulla.

Si vociferava di una riunione entro i primi giorni di agosto, ma l’attesa è stata vana. Ora, fonti governative assicurano che l’organismo interministeriale si riunirà entro la prima decade di ottobre.

I lavoratori sono stanti di aspettare. Da qui, dunque, la decisione di un’azione forte ed eclatante. «Esprimono forte preoccupazione per la situazione che a oggi si è venuta a determinare per i cantieri Quadrilatero, non solo per i destini individuali dei lavoratori, coinvolti nella procedura di licenziamento collettivo, ma per l’opera nel suo complesso. Per questo motivo, sono state indette 8 ore di sciopero per la giornata del 27 settembre. La mobilitazione, che inizierà alle 9, prevede un presidio all’altezza dello svincolo Valtreara con blocco del traffico sulla Statale 76. Il sit-in è promosso dai sindacati di categoria per chiedere alle istituzioni un intervento per sbloccare i finanziamenti del Cipe e per la prosecuzione dei lavori della Quadrilatero».