Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Provincia di Pesaro, con l’assestamento di bilancio arrivano risorse per le scuole

Crollo di entrate dovuto al covid-19 per l'ente di via Gramsci. Con la riformulazione del Documento unico di programmazione e la verifica degli equilibri di bilancio, verranno spesi 750 mila euro per avere aule a norma vista l'emergenza Covid

La sede della provincia di Pesaro

PESARO – Il Consiglio provinciale ha approvato l’assestamento di bilancio 2020-2022, le variazioni al Documento unico di programmazione (DUP) e la verifica degli equilibri di bilancio: con l’assestamento di bilancio interventi per adeguare le aule rispetto alle nuove misure previste per il Covid.

«L’emergenza – ha detto il direttore generale Marco Domenicucci – ha causato un crollo di entrate anche per gli enti locali. Sulla base dell’andamento dell’ente e dei documenti elaborati da Upi e Mef, abbiamo previsto a fine 2020 mancate entrate per 4 milioni e 360mila euro, di cui 2 milioni e 697mila euro in meno per Ipt (imposta provinciale di trascrizione autoveicoli), 1 milione e 384mila euro per RcAuto e 278mila per Tefa (tributo collegato alla tassa rifiuti).

Il Governo, attraverso il Decreto Rilancio, convertito con modifiche nella legge 77/2020, ha assegnato alle Province 500 milioni di euro, che per la Provincia di Pesaro e Urbino si traducono in 3 milioni e 91mila euro: ci consentiranno di sopperire in gran parte alle mancate entrate. Abbiamo inoltre usufruito della possibilità di sospendere il pagamento della quote capitale dei mutui per il 2020, con un un risparmio di spesa di 1 milione e 275mila euro, riuscendo così a compensare la restante parte di mancate entrate».

Quanto alle principali variazioni al Dup, Domenicucci si è soffermato sulla modifica al Piano investimenti 2020-2022: «Abbiamo inserito i 750mila euro assegnati dal Miur per adeguare spazi e aule in seguito all’emergenza Covid; 280mila euro di introiti per la vendita di alcuni beni da parte di Valore Immobiliare da destinare ad interventi di straordinaria manutenzione scuole; 2 milioni di euro per la costruzione della nuova palestra di Cagli, finanziata da trasferimenti regionali nell’ambito del Piano triennale edilizia scolastica (125mila euro sull’esercizio 2020 e 1 milione e 898mila sul 2021); 282mila euro per straordinaria manutenzione strade finanziati da trasferimenti Mit; 150mila euro dell’avanzo di amministrazione non vincolato, di cui 40mila per straordinaria manutenzione scuole, 50mila per straordinaria manutenzione strade e 60mila per pronto intervento strade».

Entrambi i documenti hanno visto l’astensione del gruppo di centrodestra “Cambiamo Pagina”, la cui capogruppo Margherita Mencoboni ha dichiarato: “Sia l’assestamento di bilancio che le variazioni al Dup hanno una parte tecnica ed una politica. Non potremo votare favorevolmente perché è una programmazione di una maggioranza che non è la nostra, ma diamo atto di una gestione oculata da parte della Provincia, come il buon padre di famiglia. Siccome molte voci sono dedicate a scuole e strade, abbiamo sempre agito in questi ambiti con senso di responsabilità”.