Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Macerata per i 730 anni di Unimc

Al teatro Lauro Rossi si celebra l'anniversario della fondazione dell'ateneo maceratese. Atteso anche il ministro dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (fonte sito istituzionale del Ministero)
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (fonte sito istituzionale del Ministero)

MACERATA – Tutto pronto a Macerata per l’arrivo del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che in mattinata, durante una cerimonia che si terrà al teatro Lauro Rossi, inaugurerà il 730° anno accademico.

LEGGI ANCHE: L’Università di Macerata festeggia 730 anni alla presenza del presidente della Repubblica

Il presidente Mattarella torna nelle Marche dopo la visita dello scorso settembre a Loreto, dopo quella del settembre del 2019 a Recanati in occasione dell’inaugurazione dell’Orto sul Colle dell’Infinito e dopo quella del marzo del 2019 ad Ancona in occasione dell’inaugurazione dell’ateneo dorico.

L’ateneo maceratese sarà il primo a essere visitato dal presidente dopo il lockdown. La cerimonia si sarebbe dovuta tenere lo scorso 9 marzo ma a causa del precipitare della situazione pandemica era stata riprogrammata. La data scelta è prossima alla ricorrenza del 18 ottobre del 1290, festa di San Luca, giorno in cui era annunciato l’avvio dello studium legis a Macerata a opera di Golioso Da Montegranaro.

Nel foyer del teatro Lauro Rossi sarà esposta l’originale pergamena del 1290 su concessione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo. Nella sala adiacente sarà allestita anche una piccola mostra dedicata a quattro grandi costituzionalisti italiani che, in diversi periodi della storia dell’ateneo, da docenti hanno condiviso il proprio sapere con gli studenti dell’Università di Macerata.

Le celebrazioni prenderanno il via alle 10:40 in piazza della Libertà con il Corteo degli Accademici che partirà dalla sede storica dell’ateneo. In piazza siederanno docenti, 73 matricole – una per ogni secolo di vita universitaria – e il personale tecnico, amministrativo e bibliotecario. Un maxi schermo proietterà le immagini del teatro che, per assicurare il rispetto delle misure di sicurezza sanitarie, potrà accogliere solo le autorità ospiti, i delegati del rettore, i direttori di dipartimento e la comunità accademica per rappresentanze formali.

Tra gli ospiti d’onore, anche il ministro dell’università e alla ricerca Gaetano Manfredi che, insieme al rettore Unimc Francesco Adornato, consegnerà il sigillo dell’ateneo ai rettori Remo Morzenti Pellegrini di Bergamo – in segno di solidarietà per la grave emergenza affrontata dalla città allo scoppio della pandemia – ed Eugenio Gaudio de La Sapienza di Roma, prossimo alla fine di mandato.

Alle 11:30 al teatro Lauro Rossi, avrà luogo la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico dove il rettore Adornato terrà la sua relazione “Futuro prossimo”. Porterà il suo saluto anche il ministro Manfredi. Sono previsti gli interventi del direttore generale Mauro Giustozzi, di Nicola Maraviglia, di Damian Czarnecki, di Viorica Ursu e di Arianna Giulianelli in rappresentanza degli studenti e di Clementina Fraticelli per il personale. In conclusione Luigi Alici, orinario di filosofia morale, terrà la propulsione sul tema “Fragilità globale. La via dell’umanesimo tra natura e tecnologia”.