Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Macerata: il prefetto e il sindaco incontrano Diego Ciccarelli, studente Alfiere del lavoro

La benemerenza viene riconosciuta ogni anno ai 25 migliori studenti d'Italia. La consegna da parte del presidente della Repubblica è stata rinviata a causa dell'emergenza Covid

Diego Ciccarelli, studente Alfiere del lavoro

MACERATA – In mattinata il prefetto Flavio Ferdani, insieme al sindaco di Macerata Sandro Parcaroli, hanno incontrato in Prefettura Diego Ciccarelli, allievo del liceo scientifico “Galileo Galilei” di Macerata, diplomatosi con lode lo scorso giugno e insignito con l’attestato di Alfiere del lavoro.

Diego è il primo allievo del liceo scientifico maceratese ad essere insignito della benemerenza, istituita dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro in collaborazione con la Presidenza della Repubblica Italiana, che viene riconosciuta ogni anno ai 25 migliori studenti d’Italia.
La consegna da parte del presidente della Repubblica, inizialmente programmata per il 30 ottobre scorso, è stata rinviata a causa dell’evoluzione dell’emergenza Covid.

Dopo un breve colloquio, nel corso quale lo studente ha presentato il desiderio di proseguire il suo percorso di studi in Medicina e, più in generale, nell’ambito della ricerca medica, il prefetto gli ha espresso il suo compiacimento per i risultati fin qui ottenuti, evidenziando come l’impegno e l’abnegazione dimostrati negli studi rappresentino per i piiù giovani un modello positivo da emulare: la riprova che “investire” nell’istruzione significa “investire” nei cittadini di oggi e di domani.

Dopo aver ribadito il rilievo assegnato al diritto allo studio e il valore dell’istruzione pubblica nella nostra Costituzione, Ferdani ha consegnato una copia della nostra Carta Fondamentale della Repubblica Italiana al giovane.

Anche il sindaco Parcaroli ha lodato Ciccarelli, evidenziando quindi l’importanza della formazione nel percorso professionale di ogni cittadino. Ha omaggiato il ragazzo con il crest della città di Macerata.