Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Posti auto privilegiati, la replica del sindaco

Maurizio Mangialardi sottolinea che il comune di Senigallia non possiede auto blù e nemmeno autisti. La vettura finita nel mirino delle polemiche è un'auto ibrida che è rimasta in sosta per due giorni a causa di un guasto

Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia

SENIGALLIA- Posti auto privilegiati, il sindaco Maurizio Mangialardi replica al consigliere comunale di Unione Civica Roberto Paradisi, che nei giorni scorsi ha puntato il dito contro un’auto blù in sosta sotto il Municipio.

Dura la replica del Primo Cittadino: «Anzitutto – spiega Mangialardi – va chiarito, spero una volta per tutte, che il Comune e il sindaco non possiedono auto blu e neppure autisti. Esistono, al contrario, auto di servizio, che sono mezzi a disposizione di tutto il personale comunale. Tra l’altro, quella indicata nella foto da Paradisi, è un’auto ibrida concessaci in comodato d’uso, per la quale l’amministrazione comunale non paga neppure il bollo e l’assicurazione, che sono in capo all’azienda intestataria del mezzo, con conseguente beneficio per le casse comunali. Sottolineo che ritengo ciò assolutamente normale, soprattutto alla luce dei tagli e delle ristrettezze che da anni falcidiano gli enti locali. Infine – conclude Mangialardi – Faccio presente che esiste da tempo un’indicazione da parte mia affinché i mezzi comunali siano parcheggiati esclusivamente negli appositi stalli di sosta assegnati, ma, nello specifico, l’auto è stata lasciata lì per due giorni a causa di un guasto elettrico sopraggiunto nella giornata di venerdì, e spostata lunedì mattina dopo essere stata riparata».