Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Hotel House, super blitz di carabinieri: 2 denunce per spaccio e 3 per occupazione abusiva

L'operazione ha coinvolto 18 mezzi, l'elicottero di Pescara e 40 militari che hanno passato al setaccio il condominio multietnico. Controllate 94 persone e 32 veicoli. In un casolare lì vicino sorpresi due clandestini

Il blitz dei carabinieri all'Hotel House
Il blitz dei carabinieri all'Hotel House

PORTO RECANATI – Continuano incessanti i maxi controlli all’Hotel House. Ieri mattina, 9 aprile, il condominio multietnico di Porto Recanati è stato passato al setaccio dai carabinieri. L’operazione, che ha coinvolto 40 militari tra quelli della Compagnia di Civitanova Marche, guidati dal Maggiore Enzo Marinelli, e del Comando Provinciale, ha visto alzarsi in volo anche l’elicottero del quinto Elinucleo di Pescara. Al blitz hanno preso parte anche i carabinieri del Nucleo Cinofili di Pesaro, i Forestali, il 14° battaglione Calabria, i carabinieri e ispettori civili della direzione territoriale del lavoro, e 18 mezzi. I 17 piani del condominio multietnico e i casolari circostanti sono stati controllati in maniera capillare, così come le attività commerciali al piano terra dell’Hotel House. Complessivamente sono state controllate 94 persone e 32 veicoli.

Nulla poteva sfuggire all’occhio vigile dei carabinieri che per 5 ore, senza tregua e con grande efficacia, hanno condotto l’operazione mettendo a segno una raffica di denunce.
A finire nei guai per spaccio di droga, un 24enne senegalese e un 38enne tunisino entrambi residenti nel condominio e già noti alle forze dell’ordine. Il senegalese è stato trovato in possesso di 5 grammi di eroina, già divisa in dosi pronte per essere immesse sul mercato illegale dello spaccio. La droga era nascosta all’interno di un mobile di una camera da letto.
Il tunisino, invece, aveva 1 grammo di hashish, diviso in due dosi pronte per essere cedute.

Il blitz dei carabinieri all'Hotel House
Il controllo dei carabinieri all’Hotel House

Al 7° piano del palazzone i carabinieri hanno scoperto 3 persone che occupavano abusivamente un appartamento. Si tratta di un 35enne pakistano, residente a Montelupone, una donna 21enne slovacca, residente a Recanati, e un 60enne pakistano, senza fissa dimora. I tre sono stati denunciati e l’appartamento è stato liberato.

Nell’area esterna i carabinieri hanno individuato un 41enne, un 32enne e un 27enne, tutti e tre pakistani, senza fissa dimora, già noti alle forze dell’ordine e irregolari sul territorio italiano.

Il parcheggio dell'Hotel House
Il parcheggio dell’Hotel House

Al controllo dei militari dell’Arma sono risultati tutti e 3 sottoposti al provvedimento di divieto di dimora da parte dell’autorità giudiziaria a causa di procedimenti penali per spaccio di sostanze stupefacenti. Sono stati denunciati e per loro è stato chiesto l’aggravamento della misura cautelare.

Nell’ambito dei controlli alle attività commerciali, a due negozi, situati al piano terra dell’Hotel House, è stata contestata l’inadeguatezza strutturale in relazione alla custodia e all’igiene degli alimenti venduti. Nel parcheggio, invece, i carabinieri hanno rinvenuto due veicoli fuori uso in stato di abbandono: ai proprietari toccherà pagare un conto salato, sono stati infatti multati per 1.666,66 euro ciascuno.

L'irruzione dei carabinieri nel casolare abbandonato nei pressi dell'Hotel House
L’irruzione dei carabinieri nel casolare abbandonato nei pressi dell’Hotel House

Ma è durante un’irruzione in un casolare abbandonato nell’area a sud dell’Hotel House che i militari dell’Arma hanno scoperto due clandestini. I due, entrambi trentenni pakistani, erano nascosti all’interno dell’edificio quando i carabinieri li hanno sorpresi. Nel casolare i militari hanno rivenuto anche del materiale utilizzato per “tagliare” la droga. Sono in corso accertamenti congiunti con la Questura per scoprire l’identità dei due irregolari.