Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Porto Recanati, nascondevano eroina nelle confezioni dei Mini Mars: tre in manette

A finire nei guai una coppia di Macerata e un pakistano. I carabinieri hanno trovato in auto 126 ovuli di eroina "brown sugar", risultata di qualità pregiata, che avrebbe fruttato circa 400 mila euro

Porto Recanati

PORTO RECANATI – Maxi sequestro di eroina a Porto Recanati: in manette tre persone.

Nel pomeriggio di Santo Stefano i carabinieri del Comando provinciale di Macerata, sotto le direttive del colonnello Michele Roberti e come richiesto dal procuratore della Repubblica Giovanni Giorgio, hanno messo in campo un vasto servizio di controllo del territorio controllando 130 persone. Trenta i militari impegnati sul territorio provinciale dal capoluogo fino alla costa.

Proprio a Porto Recanati, nei pressi del rione Le Grotte, i carabinieri, nel primo pomeriggio di ieri, hanno fermato una Bmw nera con a bordo tre persone, tutte con precedenti di polizia per stupefacenti: una coppia di Macerata e un cittadino pakistano.

Durante la perquisizione i militari hanno rinvenuto nelle mutande del cittadino straniero un involucro con una dozzina di grammi di eroina mentre ai piedi del sedile posteriore, sotto alcune buste di latte, un sacchetto della spesa con sette confezioni da 18 pezzi dello snack Mini Mars al cioccolato. All’interno delle confezioni dei dolciumi i carabinieri hanno scovato altrettanti ovuli (di 17 grammi di sostanza stupefacente ciascuno) contenenti eroina purissima.
I carabinieri hanno sequestrato in totale 126 ovuli contenenti oltre due chili di eroina “brown sugare”, risultata di qualità pregiata, che avrebbe fruttato “sulla piazza” circa 400 mila euro.

I controlli degli uomini del Reparto Operativo e della Compagnia di Macerata, congiuntamente a quelli della stazione di Porto Recanati e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Civitanova, perdureranno per tutto il periodo natalizio.