Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Authority Porto di Ancona, Pettorino nominato commissario straordinario

Lo ha nominato il Ministro alle Infrastrutture Enrico Giovannini che ha anche emanato un nuovo bando e riaperto le candidature per la posizione di presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale

Da sinistra Giovanni Pettorino e Enrico Moretti
Da sinistra Giovanni Pettorino e Enrico Moretti

ANCONA – L’ammiraglio Giovanni Pettorino, comandante generale delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, è il nuovo commissario straordinario dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale. Lo ha nominato il Ministro alle Infrastrutture Enrico Giovannini.

Una nomina che resterà in carica finché non sarà individuato il nuovo presidente dell’Authority. Il Ministro Giovannini ha emanato un nuovo bando e riaperto le candidature per la posizione di presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale, dopo l’impasse venutosi a creare in seguito alla boccatura al Senato della nomina dell’ingegnere Matteo Africano, avvallato però alla Camera, che avrebbe dovuto raccogliere il testimone da Rodolfo Giampieri.

Francesco Acquaroli, presidente della Regione Marche

«Abbiamo sempre auspicato una soluzione definitiva fin dall’inizio di tutta questa vicenda – commenta il presidente delle Regione Marche, Francesco Acquaroli – , una soluzione che avesse potuto individuare una visione di prospettiva per un sistema portuale che necessita di una forte azione di discontinuità e di rilancio. Questi sono i mesi più importanti per programmarne il futuro, grazie alle risorse del Pnrr e della nuova programmazione europea, e sarebbe stato importante poterli affrontare in maniera diversa, con la forza della pienezza del ruolo propria di un presidente. All’Ammiraglio faccio gli auguri di buon lavoro».

Evidenzia il «curriculum ineccepibile e tanta esperienza» il senatore marchigiano del Movimento 5 Stelle Mauro Coltorti che rimarca come il gruppo dei pentastellati lo avesse già «incontrato più volte dato che la sede centrale è a Roma ed è stato il referente di tutte le operazioni svolte dalla guardia costiera in questi tre anni».

Il senatore ricorda come «appena diventati senatori con il Conte uno andammo a visitare il centro logistico della Guardia Costiera-Capitanerie di Porto e l’ammiraglio ci riservò una calorosa accoglienza felice che membri del Parlamento fossero interessati alla logistica dei nostri mari ed in particolare del Mediterraneo centrale, dove migliaia di profughi cercavano di raggiungere le nostre coste e molti di loro, incluse donne e bambini, perdevano la vita naufragando in mare».

Mauro Coltorti, presidente della Commissione Lavori Pubblici del Senato

L’ammiraglio Pettorino ha seguito le crisi legate al soccorso in mare dei profughi, «una persona di alto livello e sicuramente in grado di affrontare le problematiche dei porti del medio adriatico e garantire la continuità delle attività» afferma Coltorti. Il senatore marchigiano, ricorda che «con l’uscita dal covid è estremamente importante avere una persona di spessore in grado di far fronte alle iniziative da intraprendere per rilanciare le attività economiche e le trasformazioni continuamente in atto nel territorio». Il pentastellato esprime «tutta la nostra vicinanza per questo nuovo importante incarico di cui necessita l’intera comunità marchigiana» e si dice convinto che «in pochi mesi si potrà giungere ad individuare chi subentrerà in maniera definitiva all’ammiraglio Pettorino».

Da sinistra Pettorino e Mancinelli

A commentare la nomina del commissario straordinario è anche la sindaca di Ancona Valeria Mancinelli che sulla sua pagina Facebook scrive: «Condividiamo la scelta del ministro verso una figura istituzionale molto apprezzata.
Pettorino è persona di competenza e capacità, che conosce bene il porto di Ancona, per averlo guidato in passato come comandante. A lui la nostra massima collaborazione e gli auguri di buon vento».