Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pollenza, lutto cittadino per l’addio a Irene. «Ci mancheranno la tua spensieratezza e il tuo simpatico sorriso»

La comunità si ferma per l'addio alla studentessa di 20 anni morta per un aneurisma. Il sindaco Romoli: «Sconvolti per la prematura e tragica scomparsa»

Irene Emili, morta a soli 20 anni per un aneurisma

POLLENZA – Bandiere a mezz’asta, annullato il mercato settimanale e tutte le iniziative in programma. Domani (27 settembre) sarà una giornata di silenzio e riflessione in cui la comunità di Pollenza si unirà al dolore della famiglia Emili per la perdita dell’amata Irene. Nella giornata del funerale della studentessa di 20 anni morta a Torrette per un aneurisma, che si terrà appunto domani alle 16.30, nella chiesa dell’Immacolata in piazza della Libertà, il sindaco ha deciso di proclamare il lutto cittadino.

«L’intera comunità è rimasta scossa dalla prematura e tragica scomparsa della ragazza – ha scritto il sindaco Mauro Romoli – e riteniamo doveroso partecipare al dolore di familiari anche in forma pubblica e istituzionale». Per questo domani la comunità si fermerà per ricordare una ragazza buona e altruista che, proprio morendo, ha fatto un altro grande gesto d’amore: Irene, infatti, nella carta d’identità aveva espresso la volontà di donare gli organi.

Irene lascia il padre Giorgio, la madre Annalisa, e due fratelli che in queste ore stanno ricevendo la vicinanza e il conforto di tanti amici e parenti. Tanti i messaggi di affetto per salutare una ragazza scomparsa troppo presto. «Ciao Irene – scrive un’amica alla ventenne –, ci mancheranno la tua spensieratezza, il tuo simpatico sorriso, le tue battute spontanee. Mi mancherà non vederti più in biblioteca, assorta nei tuoi mille impegni. Eri forte. Buon viaggio». «Ora vola, piccola Irene, era quello che desideravi», ha scritto un’altra amica.