Poliarte a Fabriano è pronta a presentare le proprie iniziative

Sabato 21 aprile all’Oratorio della Carità, convegno di studi, Dalla carta allo smartphone. L’evoluzione del segno e degli stili comunicativi, organizzato dall’Accademia di belle arti Poliarte design di Ancona e patrocinato dal Comune di Fabriano.

FABRIANO – Primo passo di Poliarte a Fabriano. Sabato 21 aprile all’Oratorio della Carità, convegno di studi, Dalla carta allo smartphone. L’evoluzione del segno e degli stili comunicativi, organizzato dall’Accademia di belle arti Poliarte design di Ancona e patrocinato dal Comune di Fabriano.

La tavola rotonda con contraddittorio, condotta dal Direttore della scuola dorica Giordano Pierlorenzi e dal Presidente dei giornalisti delle Marche Franco Alisei, vedrà una prima parte, dalle 9 alle 13:30, rivolta anche alle scuole superiori del comprensorio. Il tema che sarà dibattuto è: Il segno nei linguaggi di oggi. Previsti gli interventi di eminenti personaggi del mondo della cultura, docenti, professionisti, esperti, che partendo dal supporto carta, gli usi e la storia, si incuneeranno tra le pieghe del suo percorso nei tempi.

«Non un viaggio visto solo come supporto, seppure pregiato, ma come prezioso veicolo di nuove scoperte e aspetti di comunicazione. Toccherà così, la calligrafia, la grafica visiva, la pittura, il visual design, il giornalismo, sino all’impatto delle nuove tecnologie e il nascere e progredire di nuovi codici», si legge nella nota di presentazione dell’evento firmata dal Docente Poliarte e Direttore sede Fabriano e comprensorio, Pres Cahiers du Cinema Espressione Image, Marco Galli.

Il pomeriggio continuerà negli approfondimenti veicolati verso settori altamente specifici: Le interpretazioni del segno e dei gesti connessi, di cui le tematiche riguarderanno la psicologia, la musica, la semiotica e il cinema, la letteratura, l’ecologia e l’estetica, con inizio alle 15 e chiusura lavori alle 19. Ad impreziosire la giornata, alcuni tavoli, con un’esposizione di eccellenze a elevata fattura, una chicca del variegato mondo Carta.

«La cittadinanza potrà davvero assaporare un ricco piatto di tesi, concetti, un caleidoscopio di argomenti che viaggeranno tra contemporaneità, arte, mestieri, socio cultura, operosità, i quali distinguono la nostra città e ne fanno una realtà unica a livello mondiale. Fabriano, protagonista di scoperte fondamentali sulla carta, quali filigrana, colla animale, pile a maglio, e nominata il 18 ottobre 2013 – Città Creativa Unesco per l’Artigianato e le Tradizioni Popolari, in attesa dell’Annual meeting 2019, promosso proprio dall’Unesco, rappresenta, senza esagerazione, una protagonista della civiltà, per aver permesso una diffusione “moderna” e più “sicura” di documenti, testi e carta valore. Civiltà, scrittura, comunicazione, uguale sviluppo e progresso», prosegue la nota.

Proprio su queste premesse, l’Accademia di Ancona, in collaborazione con la Sede distaccata Poliarte di Fabriano, e la Cahiers du Cinema Espressione Image, vuole dare un piccolo contributo, «l’evoluzione del segno e degli stili comunicativi, come riconoscenza e stima verso la città di Mastromarino. Sarà anche l’occasione per presentare, su intervento del Direttore Pierlorenzi, le strategie dell’Accademia, le nuove sedi periferiche, le collaborazioni già in atto e nascenti, l’Università dell’Appennino, i collegamenti con il Miur, le progettualità nazionali e internazionali e altro ancora. Un primo passo, una prima vetrina, al fine di conoscerci meglio e operare insieme. Partner dell’evento a cui va un sentito ringraziamento: Fedrigoni group, Cna, Confartigianato, Museo della carta e Filigrana, Scuole superiori di Fabriano».