Pesaro, documenti falsi per comprarsi lo smartphone con finanziamento

Il giovane 21enne di origini napoletane è stato scoperto al Mediaworld. Arrestato dalla polizia. Con lui un complice che però si è dato alla fuga

volante, polizia, pantere, 113

PESARO – Sceglie un bel telefono di ultima generazione del valore di 1000 euro e vorrebbe pagarlo con un finanziamento. Tutto possibile, ma viene smascherato. I suoi documenti erano falsi e stava tentando una truffa.

Arrestato un 21enne di origine napoletana, ma è caccia anche al suo complice.

Il fatto è successo al Mediaworld sabato sera, 12 ottobre. Il giovane si è rivolto all’ufficio finanziamenti e ha consegnato il documento. La foto della carta d’identità era quella del ragazzo mentre il documento si è scoperto essere stato rubato a un signore di Faenza.
Il personale addetto se ne è sono accorto solo dopo aver inserito la card del codice fiscale nella apposita macchinetta. Scoperta la truffa, gli addetti hanno chiamato i poliziotti che sono intervenuti con la volante della Questura.

Gli agenti hanno arrestato il giovane per possesso di documenti falsi idonei all’espatrio. E lo hanno denunciato per la tentata truffa.
Il ragazzo era insieme ad un complice che lo aspettava in auto ed è fuggito prima dell’arrivo della pattuglia.
Gli stessi ragazzi hanno tentato anche una truffa sempre nella giornata di sabato nel negozio della Apple a Pesaro con la stessa modalità.

Lunedì mattina in tribunale la direttissima per l’arresto del 21enne. La polizia fa anche sapere che truffe di questo tipo sono abbastanza ricorrenti in questo periodo.