Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro, è tornata la movida. Ricci: «Valuteremo provvedimenti col Prefetto»

Capannelli di gente e assembramenti, la Polizia locale sta valutando se elevare un verbale a un locale della zona mare. Il sindaco: «Non va bene»

Aperitivo

PESARO – Movida e capannelli di gente. Le forze dell’ordine ricevono tantissime segnalazioni. E anche il sindaco Matteo Ricci non è per niente soddisfatto di come è andato il primo weekend della Fase2.

Vigili urbani, carabinieri, capitaneria di porto, polizia, sono stati impegnati nel controllo per evitare assembramenti. E le segnalazioni dei cittadini sono arrivate copiose. Soprattutto per famiglie con bambini assiepate nei parchi urbani, compagnie di ragazzi sul lungomare e capannelli di gente per l’aperitivo. Tanto che i vigili urbani stanno valutando se elevare un verbale a un locale della zona mare per non aver seguito le regole sul distanziamento sociale. Anche le spiagge sono state prese d’assalto, persino di notte, da compagnie di giovani. Un video di Bagni Iole finito su Facebook mostra pali di ombrelloni divelti, bibite e cartacce lasciate sulla sabbia come se ci fosse stato un ritrovo.

Motivi per i quali il sindaco Ricci è furente: «Il primo weekend dopo la riapertura non è andato affatto bene. Sono tornati gli assembramenti delle compagnie dei più giovani e davanti ai locali, spesso senza mascherine e distanze di sicurezza. Una situazione comune anche in altre città italiane. Tutti i sindaci sono molto preoccupati». Il sindaco aggiuge che «dopo un colloquio con il prefetto, valuteremo i provvedimenti da adottare. Se non migliorerà la situazione saremo costretti a una stretta per il prossimo fine settimana».

Ribadisce il sindaco: «Ragazzi, così ci giochiamo l’estate. Il virus si è indebolito ma non è sconfitto e nelle ultime giornate i pochi nuovi positivi sono quasi tutti giovani. Non è ancora il momento di stare in gruppo, rischiamo di compromettere i risultati acquisiti e di dover chiudere di nuovo. Mi appello a voi e anche ai vostri genitori: no gruppi e assembramenti, mettete la mascherina e mantenete le distanze di sicurezza», conclude.