Pesaro, entra in ospedale ubriaco e tenta di dare una testata a un infermiere

L'uomo ha dato in escandescenze al San Salvatore. Risulta essere senza fissa dimora e con precedenti reati simili

L'ospedale san salvatore di Pesaro

PESARO – Entra all’ospedale ubriaco e tenta di aggredire un infermiere con una testata. Il fatto è successo intorno alle 18.45 di lunedì 7 ottobre, quando un 43enne originario di Torino e residente a Gabicce Mare, si è presentato al San Salvatore.

L’uomo risulta essere senza fissa dimora e con altri precedenti. Una volta al San Salvatore ha dato in escandescenze tanto che il personale ha chiamato i carabinieri del Nucleo operativo radio mobile.

Poco prima l’uomo aveva fatto accesso al nosocomio, a suo dire, per accompagnare un’anziana a lui sconosciuta che cercava il marito ricoverato. Ma arrivato in medicina d’urgenza, un infermiere ha fatto notare all’uomo che avevano utilizzato un ascensore riservato al personale medico e lo aveva invitato ad allontanarsi, lamentandosi della sua maleducazione.

A quel punto il 43enne ha tentato di aggredire il paramedico con una testata e ha iniziato a insultarlo, finendo poi per cadere visto lo stato di ubriachezza.
All’arrivo della pattuglia, l’uomo si è subito calmato. Portato in caserma, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Un reato per cui ha già una precedente condanna, relativa a un’aggressione ai danni di un controllore ferroviario, oltre ad altri precedenti e denunce ancora pendenti a suo carico.