Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro, il leader della baby gang di piazza Redi patteggia per le rapine e furti

Il giovane condannato a 2 anni che sta scontando in una comunità. Tra gli episodi anche il furto di un anello ai danni di una anziana

Il tribunale di Pesaro

PESARO – Ragazzo della baby gang di piazza Redi patteggia. In autunno era stato arrestato in una struttura in zona mare perchè trovato in possesso di stupefacenti e con una pistola scacciacani senza tappo. A ottobre era scattata la misura della custodia cautelare in carcere nei confronti del neomaggiorenne, ritenuto responsabile di alcuni episodi di rapina e furto pluriaggravati.

Nel primo episodio ricostruito dagli agenti della Squadra Mobile, il giovane, in compagnia di amici minorenni, dopo aver gettato a terra un coetaneo, lo aveva minacciato con un coltello e gli aveva sottratto alcuni euro e un telefono.

In un’altra circostanza, invece, lo stesso aveva spintonato e minacciato due minorenni, per farsi consegnare del denaro, colpendone uno con un pugno.

Il 18enne ed un altro minorenne sono risultati coinvolti anche in un furto con effrazione consumato ai danni di uno stabilimento balneare, dal quale venivano sottratti gelati e bottiglie di vino.

In un altro episodio il soggetto si era impossessato di una City Bike da uomo, lasciata parcheggiata dal proprietario nei pressi di una chiesa.

Lo stesso giovane sarebbe poi responsabile anche di un furto ai danni di un’anziana signora: questi, infatti, approfittando dell’ospitalità della donna, le avrebbe sottratto un anello d’oro.

Il 18enne, difeso da Carlo Rampino e Luca Pagnoni Di Dario, ha patteggiato a 2 anni e si è detto pentito per quanto fatto. Ora è in una comunità di recupero.