Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro, interrogazioni M5S e Lega su bimbi in affido

Dopo il caso Bibbiano e l'inchiesta Angeli e Demoni, i gruppi consiliari vogliono chiarimenti su quanto succede in città

PESARO – Bimbi dati in affido, il gruppo consiliare M5S presenta un’interrogazione. Questo alla luce delle recenti inchieste in Emilia Romagna, denominate “Angeli e Demoni”. A Pesaro nel 2018 sono stati dati in affido 24 bambini, di cui 18 extracomunitari.

I pentastellati chiedono di «chiarire le modalità di affido dei minori, con dati e numeri dei servizi e per verificare la correttezza delle procedure adottate dagli organi competenti. Purtroppo, non c’è solo Bibbiano. Sono molti, ogni anno, in Italia, i minori allontanati coattivamente dalle proprie famiglie e non sempre, stando ad alcune inchieste giornalistiche, con motivazioni tali da giustificarne la drastica scelta, ed in spregio delle varie leggi e convenzioni internazionali che ne vogliono proteggere il diritto di crescere nella loro famiglia naturale. Non si devono più ripetere le infamie accadute al Forteto, poi quelle rivelate dal libro “Veleno” ed ora Bibbiano.

Urge una verifica a livello nazionale, al fine di portare in evidenza le eventuali irregolarità o conflitti di interesse nella gestione dei minori in affido, con una azione capillare che aiuti a promuovere una politica responsabile sul tema dell’affidamento familiare, vigilando innanzi tutto sulla reale necessità di privare un bambino della sua famiglia naturale, e quindi sulle modalità di gestione dell’inserimento dei bambini nelle strutture».

Chiarimenti chiesti anche dalla Lega con il consigliere Giovanni Dallasta. Il testo è simile, la richiesta è un approfondimento su modalità e procedure.

© riproduzione riservata