Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro: 20mila luci accendono l’albero di Natale. Festa, misure di sicurezza e accessi chiusi

Appuntamento sabato 23 in piazza del Popolo, per la cerimonia di apertura della quinta edizione della manifestazione che animerà le vie del centro storico fino al 6 gennaio. Ecco il programma

PESARO – Il Natale a Pesaro ha la forma di una pista di ghiaccio a cuore e di un albero illuminato con 20mila luci a led. Ma ha il sapore dei mercatini e di tante iniziative ogni giorno. Cosa che imporranno misure di sicurezza molto stringenti, soprattutto per la cerimonia di inaugurazione.

Appuntamento sabato 23, alle 18 in piazza del Popolo, per la cerimonia di apertura della quinta edizione della manifestazione che animerà le vie del centro storico fino al 6 gennaio.

«Com’era la piazza prima di cinque anni fa durante il Natale? Sicuramente non viva come lo è ora – ha evidenziato l’assessore al Bilancio Antonello Delle Noci – Grazie al contributo di tutti, amministrazione, associazioni, banche, studenti e Aspes, abbiamo acceso questa bella cartolina per la città. In tanti, durante quel periodo, tornano con orgoglio a Pesaro per scattare una fotografia da condividere poi con il mondo. Un momento per stare insieme, ma anche per aiutare chi è in difficoltà. Questa è la città che vogliamo, che ha investito molto per diventare vivace ma senza dimenticare i valori. Come quelli della sostenibilità e ambiente, temi di questa edizione».

Si comincia sabato 23 novembre, alle ore 18 in piazza del Popolo con spettacoli di luci statiche e in movimento, proiezioni video e laser, poi l’inaugurazione di “Christmas on ice”, la pista di pattinaggio su ghiaccio, l’apertura dei mercatini natalizi e l’accensione dell’albero di Natale, il più illuminato d’Italia con meno consumo grazie alle oltre 20mila lucine led.

Centinaia di persone regoleranno il flusso di visitatori che in questo mese si alterneranno in piazza del Popolo, per garantire la sicurezza di tutti i cittadini. Questa mattina il sopralluogo della commissione di vigilanza: «In occasione dell’inaugurazione di sabato verranno chiusi alcuni accessi per far si che il deflusso sia uniforme – ha specificato Michel Bezziccheri di Pesaro Parcheggi – Ci sarà il limite di 3.500 persone e la chiusura ai pedoni di via Rossini e il Corso XI Settembre: la piazza non sarà accessibile da queste due vie, ma verranno garantiti percorsi alternativi, quindi l’invito è quello di arrivare in anticipo».

Attenzione alla sicurezza. «Lo spettacolo sarà garantito – ha ricordato il presidente Aspes Luca Pieri, annunciando alcune delle novità del 2019 – ma grande attenzione alla sicurezza perchè abbiamo avuto un contatto costante con le forze dell’ordine. Aspettiamo tanta gente. Tutti gli occhi saranno puntati sul mega schermo di 8 metri per 4 che scenderà dal palazzo del Comune, in modo tale che tutti potranno assistere alla manifestazione. Ringraziamo il Comune, che da anni individua il gruppo Aspes e Pesaro Parcheggi come partner per poter organizzare le manifestazioni della città, e le forze dell’ordine sempre al nostro fianco».

Ballerini, cantanti, musicisti, animatori, prestigiatori e tanti altri talenti che saliranno nel prestigioso palco di Piazza del Popolo per esibirsi di fronte alla magica atmosfera che avvolge l’intero centro storico per le feste natalizie.

«Un crescendo di emozioni e di gioia – ha aggiunto l’assessore al Territorio Riccardo Pozzi – con un’alta partecipazione non solo da parte dei pesaresi: dimostrazione che la volontà di destagionalizzare il turismo e rendere la città attrattiva sta funzionando».

La conferenza di presentazione di Pesaro nel Cuore

Saranno coinvolte anche le attività del centro storico, protagoniste con le bellissime luminarie che si accenderanno il 23 novembre. «Ciò che dà un timing alla cerimonia è la Favola di Natale che ogni anno scrivo – sottolinea Massimiliano Santini – Lo scorso anno ha raggiunto un tale successo che è stata riprodotta in altri 3 comuni in Italia: in Sicilia, in Campania e Lombardia. Quella di quest’anno sarà una favola forte e in certi tratti dura, ma che vuole smuovere le coscienze di tutti affinché attraverso piccoli gesti quotidiani ognuno di noi possa fare la propria parte a vantaggio del futuro della terra e dei nostri figli».

Come ogni anno non c’è Natale senza quello che è uno dei fiori all’occhiello della città: l’Istituto Artistico Mengaroni. I ragazzi, supportati dal professor Giuseppe Rondina e Roberto Catani, hanno anche questo anno realizzato l’animazione della favola di Natale.

Partner di “Pesaro nel cuore”, Banca di Pesaro e Avis. «Siamo l’istituto del territorio – sottolinea il presidente Massimo Tonucci – stiamo facendo tanto per la città, cercando di coinvolgere anche i giovani che si affacceranno un domani nel mondo del lavoro». Per Lorenzo Cecchini di Avis «Il nostro messaggio è quello di pubblicizzare la donazione di sangue, lo faremo anche in centro durante il periodo natalizio. Quest’anno abbiamo unito la donazione alla raccolta differenziata: ci sarà un macchinario rivolto ai bambini che permette di ricevere dei doni in cambio di una bottiglia di plastica».

Ecco il programma completo