Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro, le Farmacie comunali donano 1000 euro di medicinali all’anno alla Caritas

Sono aumentate le richieste di aiuto in campo sanitario e Aspes ha deciso di attivare una donazione e una scontistica particolare

PESARO – A fianco dei poveri. Farmacie comunali di Pesaro vicine a chi ha più bisogno. Le nove farmacie del gruppo Aspes spa, infatti, si schierano al fianco della Caritas Diocesana di Pesaro donando 1000 euro di farmaci all’anno.

Si tratta di farmaci di automedicazione che non sono soggetti a prescrizione medica e dispositivi medici (aerosol, etc.) per un valore complessivo di 1.000 euro all’anno.
Sono farmaci utilizzati per il trattamento delle malattie a carico delle vie respiratorie (raffreddore, mal di gola), della febbre e della tosse, di farmaci utilizzati per curare disturbi dell’apparato digerente e infine farmaci antinfiammatori. Non solo. Al di là della donazione del valore di 1.000 euro annuali la Caritas pesarese potrà contare su una scontistica molto vantaggiosa quando si rifornirà dalle farmacie comunali per acquistare farmaci di automedicazione e dispositivi medici. Prodotti che verranno distribuiti, in particolare, dalla farmacia comunale “Andrea Costa” in via Giolitti.

Del resto, secondo il rapporto annuale Caritas sono aumentate le richieste di visite mediche. L’accesso al servizio sanitario nazionale può trovare degli ostacoli in caso di mancata residenza e disoccupazione. Si è passati quindi dalle 242 visite mediche del 2015 alle 775 del 2018. Mentre i farmaci acquistati nel 2017 erano 447, nel 2018 sono saliti a 600. Numeri che restituiscono l’importanza del fenomeno e la concretezza dell’aiuto di Farmacie comunali Aspes visto l’avanzare delle povertà.

«Credo che questo progetto “solidale” che abbiamo attivato a sostegno della Caritas Diocesana di Pesaro, che quotidianamente aiuta le persone in difficoltà del nostro territorio, descriva meglio di tante parole la mission delle Farmacie Comunali» spiega il presidente di Aspes spa Luca Pieri. «Si tratta di attori economici che devono operare in un mercato concorrenziale ma tenendo bene a mente la propria finalità sociale. Prenderci cura della comunità in cui operiamo, cercando di intercettarne bisogni ed esigenze nei limiti delle nostre funzioni, aiutare le persone più in difficoltà, nell’ambito del nostro ruolo, rientra tra gli obiettivi delle Farmacie Comunali. Abbiamo scelto di attivare questo progetto con la Caritas perché riteniamo sia fondamentale il ruolo che svolge per la nostra città: solo non lasciando indietro nessuno una comunità può davvero crescere e progredire. E noi, nel nostro piccolo, cerchiamo di contribuire al raggiungimento di questo risultato dall’alta valenza sociale sostenendo l’attività della Caritas».

Le Farmacie comunali sono a Cattabrighe, San Martino, Centro, Muraglia, Zona Mare, Via Giolitti, Pantano, Soria, Villa Fastiggi