Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro, ha il Daspo ma viene sorpreso in una rissa alla stazione. Altra denuncia

Protagonista un 29enne della Sierra Leone già arrestato per droga e raggiunto dal provvedimento di allontanamento. Ha inveito contro gli agenti

PESARO – Trovato in zona stazione mentre era coinvolto per una rissa. Lui è una vecchia conoscenza della Questura perchè ha un Daspo urbano che gli proibirebbe di stare nella zona del Miralfiore e della stazione. Ma in due settimane è stato capace di collezionare due denunce.

Si tratta di un ragazzo di 29 anni della Sierra Leone che i poliziotti della Volante hanno trovato lunedì sera mentre era ubriaco, coinvolto in una rissa tra stranieri.
Lui alla vista degli agenti li ha aggrediti verbalmente scagliandosi con diversi improperi. Motivo per cui è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale. Ma anche per inottemperanza del Daspo urbano.

Il giovane era già stato arrestato in passato per spaccio ed è quindi stato raggiunto dal provvedimento di allontanamento per 12 mesi. Il luogo interdetto, neanche a dirlo, e la zona del parco Miralfiore e della stazione del treno.

Non è così semplice l’espulsione perché gli accordi bilaterali con la Sierra Leone non sono perfezionati, dunque non può essere rimpatriato. Questo il motivo del Daspo.

Anche questa volta la denuncia è a piede libero, dunque potrebbe tornare nuovamente in quelle zone. Solo una decina di giorni fa, durante una serie di controlli al Parco Miralfiore, sempre lui era stato pizzicato assieme ad altri ragazzi stranieri. E anche in quella circostanza fu denunciato per inottemperanza del provvedimento del Daspo.