Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro, in garage nascondeva pistola e proiettili. Arrestata una 55enne

In manette una 55enne residente a Saludecio ma originaria di Forlì per possesso di eroina e detenzione di armi modificate

PESARO – Una pistola con silenziatore, matricola abrasa e proiettili in un garage a Pesaro.

Nella giornata di lunedì, 25 novembre, i Carabinieri di Cattolica hanno arrestato una 55enne, originaria di Forlì e residente a Saludecio, nullafacente, pregiudicata. La donna è accusata di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi modificate.

Già da tempo sulle sue tracce, i carabinieri cattolichini, dopo aver notato numerosi transiti della donna a Cattolica, hanno iniziato a controllarla, constatando che questa, dall’abitazione di Saludecio si adoperava in un affannato via vai da un garage nella città di Pesaro.

Insospettiti dall’inconsueto movimento, i carabinieri hanno così deciso di fermarla e sottoporla a controllo, riscontrando la prima anomalia: la donna portava al seguito un ingente quantitativo di eroina, pronto a finire sulle piazze dello spaccio di Cattolica, per quanto accertato dagli investigatori. Il ritrovamento dello stupefacente ha così reso necessario estendere le operazioni di ricerca tanto all’abitazione della donna, ove nulla veniva rinvenuto, quanto al citato garage oggetto dei ripetuti viaggi.

Ed è proprio all’interno del garage che i carabinieri hanno ritrovato una pistola con matricola abrasa, cal. 7.65, con relativi proiettili, modificata mediante installazione di un silenziatore. Inoltre è stata rinvenuta una penna-pistola di fattura artigianale, mono colpo.

La donna, senza fornire alcuna spiegazione in merito a quanto ritrovato dai militari, si è chiusa in silenzio ed è stata poi portata in carcere a Forlì, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria pesarese di turno, in attesa della convalida.

La donna vive a Saludecio in compagnia del proprio convivente – ristretto agli arresti domiciliari sempre a seguito di un’operazione dei carabinieri di Cattolica nella scorsa estate, quando fu trovato in possesso di un etto di eroina.