Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro, anche Confesercenti e Lega contrari al market alla Celletta

L'associazione dei commercianti ha richiesto un incontro chiarificatore all'assessore alle attività economiche Pozzi, mentre i cinque consiglieri comunali del carroccio commentano: «Scelta sbagliata e contro gli interessi della città»

PESARO – Sono oltre 280 le firme raccolte contro il supermarket alla Celletta. E all’appello hanno risposto anche Confesercenti e Lega. La valorizzazione urbanistica prevede il cambio di destinazione da servizi a commerciale, con 5.000 metri quadri di superficie, un valore di 1,3 milioni di euro e la previsione di una nuova struttura su due piani di altezza. È la Celletta, tra Interquartieri e Santa Veneranda. Il consiglio comunale ha votato la variante per trasformare un terreno da servizi ricreativi (doveva sorgere un bocciodromo, ndr) a commerciale.

Confesercenti è contraria alla paventata realizzazione di nuova superficie commerciale in zona Celletta: «Comprendiamo l’esigenza del Comune di Pesaro di realizzare un utile economico anche trasformando la destinazione d’uso di quell’area – commenta Alessandro Ligurgo, responsabile Confesercenti di Pesaro – ma pensare di realizzare un nuovo ipermercato in zona Celletta è inaccettabile per due ragioni: la prima è che l’intenzione è del tutto contraria alla politica attuata sin qui dall’Amministrazione Comunale per incentivare, promuovere e salvaguardare le piccole e medie imprese del centro e delle periferie. Una politica che abbiamo condiviso ed alla quale più volte abbiamo rivolto un plauso e che ora, con questa operazione, sarebbe completamente stravolta».

«La seconda ragione – aggiunge – è che la zona della Celletta è già adeguatamente servita da un punto di vista commerciale con ben due grandi supermercati di oltre 2.500 metri quadrati l’uno. L’esigenza di una nuova grande struttura di vendita quindi non c’è, perché l’offerta già supera la domanda Abbiamo espresso le nostre perplessità all’assessore alle attività economiche Riccardo Pozzi chiedendo un incontro chiarificatore – conclude Ligurgo – ci aspettiamo così, al di là delle polemiche, di avviare un confronto produttivo e risolutivo per tutti».

Anche il gruppo consiliare Lega-Pesaro ha aderito alla raccolta firme organizzata da StopAlConsumodiSuoloPesaro finalizzata «alla sensibilizzazione dei cittadini e degli amministratori, sul tema del consumo di suolo e sulle trasformazioni dell’area denominata “Celletta” a Pesaro».

I consiglieri della Lega alla raccolta firme

I cinque consiglieri comunali della Lega Giovanni Dallasta, Dario Andreolli, Roberto Biagiotti, Francesco Totaro e Andrea Marchionni spiegano le ragioni di questa adesione: «Abbiamo aderito con piacere a questa campagna di sensibilizzazione sul tema del consumo di suolo. In particolare, come abbiamo già fatto in consiglio comunale, esprimiamo una netta contrarietà alle trasformazioni nella zona Celletta di Pesaro votate recentemente dalla maggioranza in consiglio comunale che riteniamo essere una scelta sbagliata e contro gli interessi della città».

«Costruire sul costruito non può essere solamente uno slogan da sbandierare alle manifestazioni, ma un impegno preciso. In questi primi mesi del 2º mandato Ricci – continuano – sono state approvate una serie di varianti che permetteranno di costruire migliaia di metri in più rispetto a quanto esiste attualmente: 5000 metri a Celletta, 1200 metri in via Campo Sportivo e l’immensa colata di cemento prevista per il nuovo ospedale di Muraglia sono il biglietto da visita ideale per una giunta che a parole si professa ecologista, ma che nei fatti vota ben altre scelte».