Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro, misure alternative dopo gli arresti, ma ci ricascano. Finiscono in carcere

Un 39enne è stato pizzicato con la cocaina a casa e una 53enne fuori casa nonostante l'orario. Il giudice ha ordinato il trasferimento a Villa Fastiggi

PESARO – Arrestato per droga, gli concedono i domiciliari. Ma viene pizzicato con la cocaina a casa e i bilancini. Spedito in carcere. Si tratta di un 39enne pesarese che nelle scorse settimane aveva ottenuto una misura alternativa al carcere, una messa alla prova per allontanarsi dal mondo della droga. 

Ma il magistrato di sorveglianza di Ancona ha chiesto una verifica e i poliziotti della Questura di Pesaro, hanno approfondito la questione. L’uomo è stato trovato in casa con 4 grammi di cocaina e un bilancino di precisione, segno evidente che la sua condotta era tutt’altro che cambiata rispetto al primo arresto. Da qui la decisione di portarlo nel carcere di Villa Fastiggi per scontare la pena.

Stesso epilogo per una 53enne pesarese che usufruiva di una misura alternativa per cui doveva rientrare a casa in determinati orari. Ma dopo alcuni approfondimenti è emerso che ripetutamente non faceva ritorno così i poliziotti, su ordine del magistrato, l’hanno portata in carcere a scontare la pena legata a reati contro il patrimonio.