Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro, da Biesse un nuovo laboratorio per creare innovazione

È stato presentato il Biesse Innovation Lab, un progetto di ricerca per accelerare idee e startup di eccellenza con università e centri di ricerca

Biesse Innovation lab

PESARO – Un incubatore di idee e progetti, pronti a diventare prototipi e innovare.

Biesse Group ha annunciato l’avvio di Biesse Innovation Lab, un nuovo importante progetto in ambito di Ricerca&Sviluppo e Innovazione, che si pone come acceleratore di nuove idee e di startup di eccellenza, un ambiente stimolante e dinamico in cui coltivare le relazioni con il mondo accademico, Università e Centri di Ricerca, con altri acceleratori, con venture capital e con altre imprese, andando a valorizzare ulteriormente l’ecosistema di innovazione del Gruppo.
Biesse Innnovation Lab nasce con obiettivi di innovazione di alto livello, volendo ricercare le soluzioni non solo all’interno dell’organizzazione ma anche all’esterno, attraverso l’interazione con i propri punti di riferimento in Israele e in Italia. Infatti, Biesse Innovation Lab è caratterizzato da una doppia anima: in Israele verrà sviluppato attraverso la collaborazione con AdlerInlight Technology Observatory, osservatorio nato per unire industria e innovazione sul territorio italiano, e in Italia con il supporto di Manifaktura, società esperta in implementazione di open Innovation e gestione progetti di innovazione per il settore manifatturiero.

«Aprire i nostri confini aziendali per allargare gli orizzonti della nostra mente: è questo il principio bidirezionale grazie a cui Biesse Group si pone alla guida di Biesse Innovation Lab. La trasformazione digitale che stiamo vivendo comporta un cambiamento a tutti i livelli, solo cogliendo ogni opportunità offerta da questa rivoluzione potremo continuare ad essere innovatori» ha spiegato Roberto Selci, CEO di Biesse Group, in occasione dell’appuntamento per l’avvio formale del progetto.

«Stiamo mettendo l’acceleratore sull’innovazione, resa possibile non più solo dalle competenze interne, ma anche e soprattutto affacciandoci all’esterno, permettendo alle opportunità e alle soluzioni di viaggiare in modo bidirezionale, dall’esterno all’interno dei confini aziendali e viceversa. Ci poniamo l’obiettivo di diventare un acceleratore di innovazione e ricerca, creando un ambiente fertile e mutevole in cui tutti i soggetti coinvolti potranno trarne vantaggi» ha aggiunto Paolo Tarchioni, Direttore Innovazione Biesse Group.

La nuova realtà, creata da Biesse Group in sinergia con gli altri attori coinvolti, integrerà tematiche di matrice tecnologica, di business e organizzativa, attraverso un team di sviluppo multi-funzionale, con personale sia interno che esterno all’organizzazione, avvalendosi della partecipazione di manager, analisti, creativi, ingegneri ed esperti di marketing e di vendita. Alla base, un approccio strategico aperto all’interazione, allo scambio, alla diffusione del sapere, nella consapevolezza del valore della sinergia tra realtà diverse e della contaminazione tra le competenze.

Infine, il commento dei due principali attori che insieme a Biesse Group daranno forma e sostanza al progetto. Roberta Anati, CEO di AdlerInlight in Israele: «L’innovazione nasce dall’incontro di persone, con Roberto Selci abbiamo immediatamente instaurato un clima professionale di reciproca ispirazione dando vita a questo nuovo modello di creare innovazione. Abbiamo in comune la volontà di creare ecosistemi vincenti e di portare positività e valore aggiunto all’Italia».

A chiusura Francesco Balducci, CEO di Manifaktura ha aggiunto: «Siamo molto orgogliosi di poter contribuire alla realizzazione del Biesse Innovation Lab, certi che le competenze che generano innovazione siano parte di un’attività collettiva che avviene attraverso una rete di attori, collegamenti e relazioni, a livello locale ed internazionale. Biesse Group e i suoi partner potranno così affrontare le sfide legate ai temi dell’Industria 4.0 e dell’Economia Circolare, trovando soluzioni agili, ma nel contempo rilevanti, innovative e sostenibili».