Aggressione e minacce agli agenti: «Vi taglio dalla gola all’ombelico». Condannato ed espulso

I fatti al parco del monumento alla Resistenza di Pesaro. Ma il 34enne somalo era già stato protagonista la scorsa estate di un simile episodio: ha patteggiato un anno di prigione ma arriverà anche il nulla osta per l'espulsione

Il parco delle rimembranze

PESARO – L’aggressione e le minacce con toni violenti, 34enne somalo patteggia e per lui arriva anche il nulla osta per l’espulsione. Si tratta di una vecchia conoscenza la scorsa estate era entrato in Questura e aveva aggredito due poliziotti spedendoli all’ospedale con 7 giorni di prognosi per i colpi subiti.

Condannato a 10 mesi, aveva l’obbligo di firma. Ma una decina di giorni fa, durante un controllo, era stato trovato al parco delle Rimembranze in compagnia di personaggi noti nel mondo dello spaccio cittadino. Lui si era scagliato contro gli agenti: un’aggressione con frasi come «Ti ammazzo, ti taglio dalla gola fino all’ombelico, ti faccio l’autopsia».

Nuovo arresto, ma questa volta è finito in carcere. Ieri il patteggiamento in tribunale a Pesaro. Il giudice ha inflitto una condanna di 12 mesi al 34enneLe pratiche per la richiesta di asilo politico verranno bloccate, anzi, è stato dato il nulla osta per l’espulsione dal territorio italiano.