Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pd Pesaro al centrodestra: «No alla sospensione dei tributi, rischio dissesto»

I consiglieri di maggioranza rispondono all'affondo dell'opposizione: «Da loro solo provocazione, plachino le polemiche in questa fase così dura»

Il Comune di Pesaro

PESARO – Misure a sostegno dell’economia, sospensione di tasse comunali, il Pd risponde al centrodestra.

«In un momento in cui siamo tutti al lavoro per far fronte alla più grande crisi che ha colpito il nostro Paese dai tempi del Dopoguerra, apprendiamo con non poco stupore dell’ultima uscita dei consiglieri di destra a Pesaro: una nota che si apre specificando di non volere attaccare l’Amministrazione ma che affonda proposte oggettivamente non realizzabili. Non vogliamo alimentare nessuna polemica: non ne abbiamo il tempo materiale, in virtù del carico di lavoro eccezionale di questi giorni; né ci pare opportuno farlo in giorni così complicati, in cui tutti i cittadini pesaresi si aspettano il massimo dell’impegno da parte di tutte le istituzioni. E non polemiche».

I consiglieri Massimiliano Amadori, Giampiero Bellucci, Rito Briglia, Maria Rosa Conti, Luca Di Dario, Michele Gambini, Anna Maria Mattioli, Lorenzo Montesi, Chiara Panicali, Silvia Terenzi vanno avanti.

«Ci vogliamo limitare a spiegare al centrodestra, con obiettività, il perché le proposte da loro avanzate sono non solo non attuabili, ma rischiano di trasformarsi in un boomerang e peggiorare una situazione già di per sé complicata. Capiamo che non avendo mai avuto l’onere di essere maggioranza in città, ci possa essere da parte loro una difficoltà oggettiva nel comprendere la realtà amministrativa, ma la richiesta di non riscuotere più i tributi comunali, facendo andare in dissesto il bilancio cittadino, non è sicuramente realizzabile, ma anzi può essere derubricata a semplice provocazione. La nostra linea su questo è invece sempre la stessa: aiuti dallo Stato, aspettiamo linee guida nazionali e il decreto economico. Ci sono 25 miliardi sul piatto, partiamo da quelli, e lavoriamo insieme per averne di più per il nostro territorio particolarmente colpito da COVID-19.

Sulla sospensione delle strisce blu a pagamento, a tutti, indistintamente, rispondiamo che l’Amministrazione sta già trovando soluzioni per agevolare la sosta del personale dell’ospedale – che è la vera esigenza – e non per incentivare l’arrivo in centro delle persone. Abbiamo sentito il dovere di replicare per responsabilità e correttezza, ma ora torniamo al lavoro, augurandoci che questo sia l’ultimo capitolo di una saga sconveniente, fatta di attacchi divisivi e proposte superficiali. Non è né il tempo né il luogo. Facciamo un appello al centrodestra, per il bene di Pesaro: basta polemiche e attacchi, al lavoro per i cittadini».