Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Palazzo ducale di Urbino, verso i 260 mila ingressi grazie alla mostra di Raffaello

L'esposizione dedicata al divin pittore è già oltre quota 56 mila tagliandi. Ampiamente superato il dato del 2018, si va verso l'anno record con picchi da 10 mila visitatori

PESARO – Affluenza da record per la Galleria Nazionale delle Marche, al Palazzo Ducale di Urbino. Con le previsioni attuali si stima che il 2019 si chiuderà con un numero di ingressi superiore alle 260.000 unità. Un dato che porta con sé l’aspetto degli introiti non solo del palazzo ducale, ma anche dell’indotto generato dall’arte nel territorio. 

Nella giornata dell’11 ottobre 2019, il numero degli ingressi – su base annua – ha superato la soglia dei 201.456, ovvero la somma totale dei visitatori registrati nel 2018, con quasi tre mesi di anticipo rispetto alla fine dell’anno. L’incremento dell’affluenza di pubblico, nel museo marchigiano, è stato registrato costantemente durante tutto l’arco dell’anno, in continuità con l’andamento evidenziato nel corso del 2018.

In queste ultime settimane l’affluenza è divenuta ancor più consistente per via delle iniziative in occasione dell’apertura delle celebrazioni per il cinquecentenario della morte di Raffaello.

Tantissimi i turisti in visita alla città natale di Raffaello che si sono recati ad ammirare il Palazzo Ducale e soprattutto le mostre in corso: la mostra “Raffaello e gli Amici di Urbino” (3 ottobre 19 gennaio 2020), che narra i percorsi intrecciati del divin pittore e di altri due pittori urbinati suoi amici, Timoteo Viti e Girolamo Genga; “Raphael Ware” (31 ottobre 13 aprile 2020), la mostra che espone 157 raffinati esemplari di maiolica italiana rinascimentale, provenienti dalla più grande collezione privata del mondo di questo genere.

Gli ingressi registrati, a due mesi dall’inaugurazione della mostra Raffaello e gli Amici di Urbino, hanno già superato i 56.000, per un totale annuale attuale (al 2 dicembre 2019) di oltre 247.000 con un picco in occasione del ponte del primo novembre con quasi 10.000 visitatori.

Affluenze record anche per le prime domeniche di novembre e dicembre ad ingresso gratuito che hanno entrambe sfiorato i 4.000 biglietti staccati.

Questi sono i numeri e i risultati che l’ex direttore Peter Aufreiter passa in consegna a Marco Pierini, direttore ad interim della Galleria Nazionale delle Marche e del Polo Museale delle Marche (che nei prossimi mesi guiderà insieme alla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia e al Polo Museale dell’Umbria), in attesa che venga bandito dal Mibact il concorso per la selezione del nuovo Direttore.