Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Ospedale di Ascoli, eseguito con successo trapianto di organi

L'intervento è stato svolto nella notte da un'equipe di Torrette e del Mazzoni. Il donatore era un 54enne deceduto per emorragia cerebrale

ASCOLI PICENO – Per la paura del covid sono in calo anche le donazioni di organi. Così, in caso di bisogno, in tutta Italia si fa sempre più difficoltà ad aiutare pazienti che potrebbero salvarsi. Per fortuna ad Ascoli ieri sera, si è andati in senso contrario a questo trend preoccupante. All’ospedale Mazzoni, infatti, è stato effettuato in emergenza e con grande professionalità un trapianto di organi a scopo terapeutico.

L’operazione è stata svolta grazie alla generosità dei familiari di Mario Blasi, 54 anni, morto nel reparto di rianimazione del nosocomio piceno, a causa di un’emorragia celebrare. Secondo l’Area Vasta 5, l’uomo aveva già manifestato in vita la volontà di donare gli organi, e la moglie e i parenti nonostante il dramma hanno poi dato il via libera all’espianto.

In poco tempo la Direzione sanitaria dell’ospedale ha fatto quindi scattare le procedure del caso, con la gestione affidata al coordinatore locale dei prelievi di organi e tessuti. Accertata dal collegio medico convocato d’urgenza la morte cerebrale del 54enne, si è proseguito nell’operazione.

L’intervento nella notte tra il 23 e il 24 marzo ha coinvolto diversi professionisti dell’Area Vasta 5 e il prelievo è stato effettuato da équipe chirurgica dell’ospedale Torrette di Ancona. L’obiettivo era di espiantare reni e cornee dell’uomo appena deceduto e trasferirli nel capoluogo regionale. E tutto è stato realizzato con successo. Come da prassi poi, alcuni campioni degli organi sono stati inviati al Centro Trapianti di Milano (NIT), per la verifica della compatibilità con i pazienti che potrebbero beneficiarne in futuro.

Sul fronte covid, nell’Ascolano procedono i programmi di vaccinazione nel capoluogo e a San Benedetto, ma sempre ai ritmi lenti dei giorni scorsi. Nelle ultime 24 ore infine, nel Piceno sono stati riscontrati 82 nuovi positivi al coronavirus, la quota più bassa delle Marche.