Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Osimo, sopralluogo al Palabaldinelli per lo screening di massa

Date in agenda: 24, 25 e 26 gennaio. Al palazzetto potranno recarsi, oltre agli osimani, i cittadini di Camerano, Filottrano, Polverigi, Agugliano, Santa Maria Nuova e Offagna. Al Palaolimpia di Castelfidardo, con i fidardensi, i cittadini di Loreto, Sirolo e Numana

Gli attori del sopralluogo al Palabaldinelli
Gli attori del sopralluogo al Palabaldinelli

OSIMO – È partita l’organizzazione per l’attività di screening di massa in programma a Osimo e Castelfidardo. Ieri (12 gennaio) il sopralluogo al Palabaldinelli osimano. 250 tamponi all’ora per dieci ore al giorno, duemila e 500 test rapidi quotidiani domenica 24, lunedì 25 e martedì 26 gennaio.

«Ringrazio i colleghi sindaci che mi aiuteranno a fornire i 59mila moduli che serviranno per stampare la prenotazione e il risultato e il Comune l’organizzazione per tutto il resto che serve all’accoglienza (tavoli, sedie, fotocopiatrici)», informa il primo cittadino di Osimo Simone Pugnaloni che, da casa dove è in isolamento per il Covid, ha seguito tutto.

Presenti in loco il responsabile regionale della Protezione civile Marcellini, il dottor Farroni e la dottoressa Mannello per l’Asur, per il Comune l’architetto Gabrielloni, responsabile della Protezione civile, il comandante della Polizia locale Buscarini ed il suo vice Vescovo, l’amministratore Geosport Marchesini, il direttore della Osimo servizi Gallina, Riccini per Astea e il gruppo comunale di Protezione civile con il coordinatore Iaconisi. Per le iscrizioni bisognerà collegarsi sul sito del Comune da venerdì o chiamare lo 0717249282 dal lunedì al sabato dalle 10 a mezzogiorno. «È un’opportunità unica, un gesto d’amore verso le nostre comunità, insieme dobbiamo vincere la battaglia contro il Covid-19», dice Pugnaloni.

Al Palabaldinelli potranno rivolgersi, oltre ai cittadini di Osimo, quelli di Camerano, Filottrano, Polverigi, Agugliano, Santa Maria Nuova e Offagna. Al Palaolimpia di Castelfidardo, con i fidardensi, i cittadini di Loreto, Sirolo e Numana sempre nelle stesse giornate.

La maggior parte dei sindaci della Valmusone intanto sta comunicando l’aumento di contagi negli ultimi giorni. Da ultimo il primo cittadino di Loreto Moreno Pieroni: «Siamo arrivati a 87 da 53 casi», ha detto. L’Amministrazione comunale ha dato attuazione ad un’iniziativa di solidarietà, avvalendosi della collaborazione dei volontari della Croce Rossa e della Protezione civile, la messa a disposizione di pulsossimetri da dito (saturimetri) da destinare, tramite comodato d’uso gratuito, ai paucisintomatici (persone in cui l’infezione è abbastanza evidente, ma i sintomi non sono tali da richiedere il ricovero in ospedale) o sintomatici al Covid-19. Per informazioni e consegna c’è il numero verde del Centro operativo comunale 800947657.

Anche a Filottrano, come comunicato dal sindaco Lauretta Giulioni: «Le autorità competenti mi hanno comunicato che il numero dei positivi è salito a 45. Naturalmente sono in corso tutte le necessarie quarantene».