Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Osimo, sindaco e giunta tirano il bilancio dell’anno che si chiude guardando al 2022

Programmati 19 milioni di euro di investimenti, alcuni dei quali saranno visibili concretamente già nel 2022. A spiegarlo il sindaco Simone Pugnaloni a chiusura del 2021

La giunta con il sindaco di Osimo alla conferenza di fine anno
La giunta con il sindaco di Osimo alla conferenza di fine anno

OSIMO – Conferenza di fine anno stamattina, 30 dicembre, nella Sala Vivarini a Osimo con la giunta quasi al completo e il sindaco Simone Pugnaloni che ha illustrato impegni presi e obiettivi futuri di questi anni di mandato. «Il 2021 è stato l’anno della svolta. Siamo al giro di boa ma abbiamo programmato 19 milioni di euro di investimenti, alcuni dei quali hanno già visto partire i lavori, altri hanno gettato le basi per il 2022. Abbiamo portato a termine comunque l’obiettivo di giunta, tutto cioè è stato programmato per la progettazione nel 2021, l’inizio dei lavori nel 2022 e i tagli dei nastri nel 2023», ha esordito il primo cittadino per chiudere il bilancio di dodici mesi difficili per la pandemia in corso che ha influito su tutto.

Viabilità

In primis per la giunta osimana c’è stato l’investimento per la grande viabilità: «Sono partiti i lavori per collegare via di Jesi al pub Mac Neil, primo della variante a nord provenendo da Macerata, ed è in fase di progettazione quello dalla Sbrozzola a via D’Ancona. A gennaio andremo al ministero delle Infrastrutture per completare la variante. Abbiamo stanziato ogni anno circa 700mila euro per le asfaltature, l’appalto è in corso».

Scuola, sicurezza e ambiente

Per quanto riguarda il capitolo scuola, prosegue l’Esecutivo, «ci sono quattro milioni di euro da investire per la nuova di Campocavallo con una palestra polifunzionale, sia per gli studenti che di pomeriggio per le attività sportive. Il cantiere vedrà la luce in estate. Grande importanza poi è stata data al potenziamento della videosorveglianza comunale, grazie al quale proprio in questi giorni è stato dato un volto ai cinque autori che hanno distrutto il defibrillatore in via Cinque torri. Per quanto riguarda l’ambiente, collegheremo la zona della Vescovara con la pista di Campocavallo e Padiglione a Passatempo e poi ci sarà la ciclovia fino al mare».

Sport e prg

«Ho assunto su di me la delega allo Sport. Abbiamo fatto la manutenzione straordinaria della piscina e faremo quella dello junior tennis così da poter ospitare tornei ad alta caratura, investito al Palabaldinelli agibile per quattromila posti e altri cinquemila euro per lo stadio Diana che potrà ospitare duemila persone per il ritorno del trofeo Lanari – continua Pugnaloni -. Dal punto di vista urbanistico siamo in dirittura d’arrivo per la rigenerazione urbana e il nuovo prg. Sta procedendo poi la digitalizzazione dei servizi demografici, si può ad esempio stampare da casa un certificato di residenza».

Lavori pubblici

Per quanto riguarda lavori pubblici e infrastrutture culturali il sindaco ha aggiunto: «Abbiamo investito sul patrimonio comunale, il prossimo anno sarà l’anno di svolta per la vulnerabilità sismica del palazzo comunale e della torretta del San Carlo dove ci porteremo la sede del Commissariato di Polizia, della Protezione civile e, su proposta della Regione Marche, il centro per l’impiego. Il 2022 vedrà il nuovo auditorium al cinema Concerto e il ridotto del teatro La nuova fenice. Mi sento di dire, come neo consigliere provinciale e con una squadra così coesa, che bisogna ragionare non solo come Osimo ma come Valmusone».

Astea e sociale

Astea darà ottomila punti luce al led alla città grazie a 500mila euro di investimenti a beneficio di Osimo. Nel 2022 sarà la prima multiutility nella provincia di Ancona ad aver costruito un impianto che trasformerà i rifiuti solidi urbani in gas metano e gli utili che ne deriveranno, ha precisato il sindaco, serviranno a compensare quelli che non si avranno più per la vendita obbligata dello Stato di Astea energia. Sul fronte del sociale è stata abbattuta la quota fissa della mensa scolastica, ridotta del 50 per cento la tariffa degli scuolabus ed emessi tre bandi per aiuti alimentari.

Exit mobile version