Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Obiettivo scuole sicure

Dai banchi dell'opposizone il gruppo "Loreto libera" chiede più sicurezza nelle scuole dopo il sisma che in città ha determinato la chiusura di uno degli edifici più "frequentati" dagli alunni

Operai al lavoro post sisma alla scuola "Marconi" di Loreto

LORETO – Una mozione molto discussa e animata quella di “Loreto Libera” in consiglio comunale avente a oggetto la situazione degli edifici scolastici a Loreto. Mozione alla fine approvata all’unanimità con due emendamenti non sostanziali della maggioranza. L’atto veniva protocollato lo scorso 30 gennaio quando “Loreto Libera” ha inteso dare voce alle lettere di genitori degli alunni dell’istituto comprensivo “Solari” allarmati per la situazione degli edifici e per le continue scosse di terremoto.

Essendo inagibile la scuola “Marconi”, con relativo spostamento degli alunni in altre strutture, per “Loreto libera” è necessario aumentare le misure di sicurezza e i controlli.

Nella mozione si chiedeva un impegno concreto per conoscere lo stato di manutenzione degli edifici, le sicurezze sull’antincendio e le certificazioni degli impianti elettrici, termoidraulici e degli ascensori.

«Dire di aver eseguito interventi sugli immobili scolastici in passato non significa aver eseguito forti interventi strutturali, rinforzare camorcanne ad esempio non lo è. Non deve esserci alcunché che possa cadere sulle teste dei bambini compresi gli elementi flessibili – ha detto il capogruppo Cristina Castellani -. I lavori che si faranno in questo periodo per la messa a norma dell’antincendio, 150mila euro, saranno vani se poi la verifica di vulnerabilità sismica dirà che saranno necessari interventi forti che sconvolgeranno la struttura degli edifici scolastici».

«Ci rendiamo disponibili ad approvare, in sede di votazione di bilancio, lo stanziamento di ulteriori misure che possano affrettare gli studi di vulnerabilità sismica sul più alto numero possibile di edifici scolastici loretani – continua il consigliere del gruppo Gianluca Castagnani -. Dare la priorità a questi interventi senza arrivare al 2019 è una condizione imprescindibile. Occorre riutilizzare le economie di spesa per le verifiche della scuola “Marconi” al fine di partire con una nuova verifica in un altro edificio scolastico di Loreto». Il gruppo ringrazia inoltre per gli indispensabili suggerimenti i due ingegneri del gruppo, Annachiara Duri e Sara Manzotti, impegnati a monitorare costantemente la problematica degli edifici scolastici loretani.

L’assessore Marco Ascani è risultato favorevole a queste proposte e la mozione è stata approvata con l’impegno della redazione di una dettagliata scheda informativa su tutti gli edifici scolastici con la cronistoria degli interventi realizzati fino a oggi e sulle pratiche antincendio portate a termine nei prossimi mesi.