Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

I nomi dei vincitori della decima edizione del Premio Castello di Argignano

Il riconoscimento è stato assegnato alla ginnasta pluri-medagliata, Milena Baldassari, e a Luciano Pellegrini, anima del museo dei mestieri in bicicletta. Menzione speciale alla sezione di Fabriano dell’Avis per il meritorio servizio che svolge da oltre settant’anni

Luciano Bano, Luciano Pellegrini, Milena Baldassarri e Daniele Gattucci

FABRIANO – Taglia il traguardo delle dieci edizioni il Premio Castello di Argignano – Riconoscimento al personaggio. Soddisfazione da parte dell’ideatore, il giornalista di Fabriano, Daniele Gattucci. Il riconoscimento è stato assegnato alla ginnasta pluri-medagliata, Milena Baldassari, e a Luciano Pellegrini, anima del museo dei mestieri in bicicletta. Menzione speciale alla sezione di Fabriano dell’Avis per il meritorio servizio che svolge da oltre settant’anni. Appuntamento il 21 luglio alle 19:30 al circolo Fenalc di Argignano per la cerimonia di consegna del premio.

«Nel corso di tutti questi anni – hanno evidenziato Daniele Gattucci e il vicepresidente del circolo Fenalc di Argignano, Pietro Zampetti – il premio è molto cresciuto e si è rafforzato, facendo accrescere il proprio appeal.  Come ogni anno, tante le candidature che sono state segnalate e vagliate. Abbiamo deciso di assegnare la pregevole scultura di bronzo realizzata dall’istituto d’Arte Mannucci di Fabriano, per la categoria Senior a Luciano Pellegrini. Un passato giovanile di sportivo, da grande è divenuto imprenditore nel campo del recupero e riciclo materiali ferrosi, ma il motivo principale che ha portato lustro e notorietà a Fabriano è la realizzazione del museo dei mestieri in bicicletta con 82 bici storiche. Per la categoria Junior, alla bravissima ginnasta di Fabriano, Milena Baldassarri, che da anni ormai sta riscuotendo successi a catena a livello nazionale e internazionale. Infine, l’ospite d’onore, è la sezione di Fabriano dell’Avis.

«Grazie per aver scelto me per questo premio, fa sempre piacere e ripaga di tutti gli sforzi e impegno di questi anni», le parole di Milena Baldassari non appena appresa la notizia. «Tanti sacrifici per un lavoro immenso e sono ricompensato da questa soddisfazione», gli ha fatto eco Luciano Pellegrini. «Un riconoscimento, per noi, importante. L’Avis Fabriano sta facendo tanto. Siamo sempre chiamati, giorno per giorno, a sfide nuove per collaborare con tutti, impegnarci di più, fare meglio e vincere la nostra gara. Alcuni numeri del 2017: 2.250 donatori, 4.100 sacche sangue, siamo di gran lunga la sezione con più donazioni in rapporto alla popolazione», ha evidenziato Luciano Bano dell’Avis.