Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Musicultura: aperte le iscrizioni alla 29esima edizione

Riparte il Festival della canzone popolare e d'autore. Tra i membri del Comitato Artistico di garanzia del concorso ci saranno Giorgia, Vasco Rossi, Claudio Baglioni e tanti altri

Giorgia e Fabrizio Frizzi - Musicultura 2017
Giorgia e Fabrizio Frizzi - Musicultura 2017

ANCONA – L’arte popolare della canzone cerca i suoi nuovi protagonisti. Aperto il bando per partecipare alla 29esima edizione del Festival Musicultura. Dopo la diretta su Rai 1 e Rai Radio 1 riparte il concorso che ricerca, promuove, premia le espressioni artistiche della nuova canzone popolare e d’autore italiana, indipendentemente dai vincoli di genere. Per iscriversi c’è tempo fino al 6 novembre. Occorre essere autori o coautori dei brani di cui si è interpreti ed avere compiuto 18 anni.

Musicultura – Arena Sferisterio

Furono Fabrizio De André e il poeta Giorgio Caproni i primi firmatari nel 1990 del Comitato Artistico di Garanzia di Musicultura. Da allora tante sono le personalità autorevoli italiane della musica, della letteratura, della poesia e del cinema, che a titolo gratuito e in libertà di coscienza compongono il Comitato Artistico di garanzia del concorso, dando il loro fondamentale contributo nella selezione dei vincitori. Tra i membri del comitato entrano per la prima volta quest’anno Alessandro Mannarino, Paolo Benvegnù, Brunori Sas, Alessandro Carrera e Giovanni Veronesi, che vanno ad affiancare Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Luca Carboni, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Giorgia, Dacia Maraini, Mariella Nava, Gino Paoli, Vasco Rossi, Ron, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Sandro Veronesi, Federico Zampaglione.

Giorgia

«Con molto onore e responsabilità svolgo il ruolo di membro del Comitato artistico di Garanzia – ha dichiarato Giorgia – ascolto e in base al mio gusto personale sono costretta, a volte con molta sofferenza a giudicare, consapevole che il mio è solo un parere. La scheda che Musicultura ogni anno mi invia per valutare i finalisti del Festival è molto etica, proprio come lo è Musicultura. Mi affascina il modo in cui il concorso conduce il progetto e coltiva talenti, credendoci, dando voce a chi non può averla. Qui tanti artisti hanno l’opportunità di esprimersi liberamente, proprio come vogliono. Musicultura è sia un punto di arrivo, che un punto di partenza; è un posto dove ci sono magia e bellezza».

L’iter del concorso prevede una lunga e articolata selezione tra cui audizioni live e per gli esclusi un’accurata scheda di commento. Fra tutti i partecipanti – oltre settecentocinquanta nella scorsa edizione – sedici saranno i finalisti che, con i loro brani, entreranno a far parte del CD compilation della XXIX edizione di Musicultura. L’ulteriore selezione coinvolgerà il popolo di Facebook e il prestigioso Comitato Artistico di Garanzia. Per gli otto vincitori l’appuntamento finale sarà a Macerata, dove in città e all’Arena Sferisterio saranno protagonisti assoluti di una settimana densa di appuntamenti con i grandi ospiti del panorama musicale nazionale e internazionale. Il voto del pubblico assegnerà il primo premio assoluto di 20mila euro. Tra le novità dell’edizione 2018 c’è l’istituzione del Premio NuovoImaie, che consentirà al vincitore di investire 15mila euro in un tour di almeno otto date. Ulteriori 9mila euro saranno ripartiti in premi di settore.

Fino al 6 novembre, dunque, c’è tempo per iscriversi al concorso. Un’esperienza professionale e di vita unica, che garantisce visibilità e prospettive. Tra gli artisti portati alla ribalta dal concorso, compaiono Gian Maria Testa, Simone Cristicchi, Mannarino, Pacifico, Maldestro, Patrizia Laquidara, Artù, Braschi, Flo, l’Orage, I Gatti Mezzi, Roberta Giallo, Erica Mou, Giuseppe Anastasi, Francesca Romana, Giua, Margherita Vicario, Oliviero Malaspina Fabio Ilacqua, Pier Cortese, Momo, Chiara Dello Iacovo, Renzo Rubino e tanti altri. Il regolamento del concorso e la domanda di partecipazione sono disponibili su www.musicultura.it