Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

“Movida” del weekeend, nei locali di Porto Sant’Elpidio mascherine gratis a chi non le ha

Il sindaco Franchellucci ha tracciato un bilancio del fine settimana trascorso e ha lanciato un appello ai giovani: «Divertitevi ma fatelo in sicurezza»

Al centro il sindaco di Porto Sant'Elpidio Nazzareno Franchellucci con gli esercenti dei locali del centro

PORTO SANT’ELPIDIO – Mascherine gratis a tutte i clienti che non le indossano. È l’iniziativa del comune di Porto Sant’Elpidio per “combattere” la movida del fine settimana che potrebbe rappresentare un veicolo di contagio del Covid-19.

Nel passato week-end sono state molte le situazioni spiacevoli registrate in varie località, non solo marchigiane, ma di tutta Italia. Assembramenti, non rispetto delle distanze, giovani (e non) senza mascherina e, in alcuni casi, anche risse tra gruppi di persone. Una situazione che ha preoccupato molti amministratori locali e anche gli esercizi commerciali che spesso si trovano in difficoltà nel riuscire a far rispettare le norme a causa del poco buonsenso di chi hanno davanti.

Questa mattina, 27 maggio, a Porto Sant’Elpidio il sindaco Nazareno Franchellucci, insieme ai locali vocati al “dopo cena” del centro città, all’assessore Vitaliano Romitelli e al comandante della Polizia locale Luigi Gattafoni, ha tracciato un bilancio dell’ultimo fine settimana e ha ragionato sulle strategie da mettere in campo nei prossimi giorni.

«La prima decisione – ha detto il primo cittadino della città costiera – è stata quella di consegnare ai titolari dei locali delle mascherine che ci sono state donate in questi mesi. Gli esercenti così, quando si troveranno davanti dei clienti senza mascherina, potranno donargliene una. Se altre attività che sono aperte anche nel dopo cena vorranno aderire alla iniziativa, potranno ritirare le mascherine presso uno degli esercenti che ha già aderito».

Oltre alla distribuzione gratuita delle mascherine ai clienti che ne sono sprovvisti, gli esercenti effettueranno un anche un più attento monitoraggio ai tavoli – sia con il personale sia con adeguati cartelli informativi – controllando il numero di persone sedute. Sul corretto rispetto delle norme anti contagio vigileranno anche gli agenti della Polizia locale, che presiederanno anche le principali vie della città, e il personale della vigilanza privata.

«Tutto funzionerà se anche tra i giovani prevarrà il buonsenso e il rispetto delle semplici norme – ha concluso il sindaco Franchellucci -. Divertitevi ma fatelo in sicurezza per voi e per i vostri amici».