Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Montemarciano, volontari ambientalisti del gruppo Spiaggia pulita in azione in via dei Tigli

Una dozzina di persone si è rimboccata le maniche per pulire l’area tra le poste e il Famila. «Da due anni ripuliamo l’arenile in modo del tutto gratuito. Ora guardiamo anche altre zone»

Iniziativa ambientalista a Marina di Montemarciano grazie ai volontari del gruppo “Spiaggia pulita”
Iniziativa ambientalista a Marina di Montemarciano grazie ai volontari del gruppo “Spiaggia pulita”

MONTEMARCIANO – Si è svolta lunedì mattina, 15 febbraio, una g𝐢𝐨𝐫𝐧𝐚𝐭𝐚 e𝐜𝐨𝐥𝐨𝐠𝐢𝐜𝐚, un’iniziativa ambientalista per ripulire alcune zone della città grazie ai volontari del gruppo “Spiaggia pulita”. Alla giornata, organizzata in collaborazione con il Comune di Montemarciano, l’azienda Rieco e Ata rifiuti in via dei Tigli, a Marina, ha partecipato una dozzina di persone, che da tempo operano per contrastare l’incontenibile fenomeno del “marine litter”.

Secondo l’Ispra, l’istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, il marine litter è quel fenomeno per cui oggetti di uso quotidiano vengono abbandonati o persi lungo la linea di costa, finendo in mare. Vi sono compresi quei materiali che, dispersi sulla terraferma, raggiungono il mare attraverso i fiumi, il vento, le acque di dilavamento e gli scarichi urbani.

Materiali, quindi, più o meno consapevolmente lasciati nell’ambiente che in seguito finiscono in mare, formando isolotti grandi quanto intere città. Enorme l’impatto ambientale-ecologico, con effetti anche letali su piante e animali: vi sono alte probabilità che vi finiscano intrappolati fino a soffocare o che ingeriscano tali rifiuti fino a ritrovarci poi le microplastiche nei pesci sulla nostra tavola. Ma ci sono anche danni causati al settore turistico, alla pesca, quindi più economici, a cui si aggiungono poi i costi di bonifica ambientale, senza contare al danno d’immagine per un’area non più attrattiva.

Iniziativa ambientalista in via dei Tigli a Marina di Montemarciano grazie ai volontari del gruppo “Spiaggia pulita”
Iniziativa ambientalista in via dei Tigli a Marina di Montemarciano grazie ai volontari del gruppo Spiaggia pulita

Il materiale rinvenuto in maggior quantità sulle spiagge italiane (ma anche di altri paesi mediterranei) durante la scorsa stagione primaverile-estiva risulta essere la plastica (80%), seguito da carta (13%) e vetro (4%); il resto (3%) è materiale misto, tra cui anche pneumatici (fonte: Legambiente, novembre 2020).

Si sono dunque rimboccati le maniche i volontari del gruppo “Spiaggia pulita – Montemarciano”, che da anni opera in modo del tutto gratuito per il decoro dell’arenile. «Un insieme nato da un’idea tra alcuni familiari – spiega Marina, una delle volontarie “fondatrici” del gruppo – che si vede ogni 15 giorni, da due anni, per ripulire la spiaggia: raccogliamo davvero di tutto e lo facciamo perché è il momento non solo di creare meno rifiuti, ma anche di eliminare quelli presenti. Non è però solo una questione di decoro: così facendo si evita che finiscano in mare».

Iniziativa ambientalista a Marina di Montemarciano grazie ai volontari del gruppo “Spiaggia pulita”
Iniziativa ambientalista a Marina di Montemarciano grazie ai volontari del gruppo Spiaggia pulita

Azione e sensibilizzazione: sono queste dunque le parole chiave dell’iniziativa svoltasi non in spiaggia ma nell’area tra le poste di via dei Tigli fino al Famila in via Honorati. «Vogliamo estendere queste iniziative in tutto il territorio. Con il covid tutto si è complicato – continua Marina del gruppo “Spiaggia pulita” – ma noi andremo avanti, cercando anche di essere un esempio per gli altri cittadini che ci guardano incuriositi: c’è anche qui ha utilizzato le proprie ferie per poter dare una mano». Di qui l’appello a tutti i cittadini che hanno a cuore il proprio territorio a non sporcare perché questa è la prima regola da rispettare per non danneggiare l’ambiente. «Più avanti penseremo ad azioni di sensibilizzazione sul riutilizzo degli imballaggi o quantomeno sulla loro riduzione, ma intanto cerchiamo di non sporcare e, se possibile, di raccogliere i rifiuti». Piccole azioni dal basso: così un territorio cresce.

Dal Comune montemarcianese hanno voluto ricordare che «la dispersione dei rifiuti nelle strade e nelle aree verdi rende apparentemente meno efficiente il sistema di raccolta: e questo a causa delle persone che trascurano, volontariamente o meno, le regole basilari del servizio e della civile convivenza. Per questo 𝐯𝐨𝐠𝐥𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐫𝐢𝐯𝐨𝐥𝐠𝐞𝐫𝐞 𝐮𝐧 𝐫𝐢𝐧𝐠𝐫𝐚𝐳𝐢𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐬𝐩𝐞𝐜𝐢𝐚𝐥𝐞 𝐚𝐢 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐢 𝐜𝐨𝐧𝐜𝐢𝐭𝐭𝐚𝐝𝐢𝐧𝐢 che, con la loro sensibilità e le loro azioni, dimostrano da anni un grande attaccamento al nostro territorio e il giusto rispetto dell’ambiente che ci ospita».

Per informazioni e adesioni: 336.266889.