Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Montemarciano, sospese le visite alla Residenza Protetta Marotti

L'amministrazione comunale vieta le visite di familiari e parenti agli ospiti della Rsa Marotti per una tutela degli ospiti dal Covid

La residenza protetta Marotti di Montemarciano

MONTEMARCIANO – Sospese temporaneamente le visite alla Residenza protetta “G.B. Marotti” di Montemarciano. La misura, adottata in via precauzionale e resa nota dall’amministrazione comunale, ha l’obiettivo di tutelare la salute degli ospiti della Rsa, duramente colpita da focolai e contagi all’inizio dell’emergenza Covid-19.

Da lunedì 19 ottobre, pertanto, gli ospiti della struttura non potranno più ricevere visite in presenza di familiari e parenti. «La decisione, seppur sofferta – fanno sapere dal Comune -, è stata presa dall’amministrazione visto l’andamento epidemiologico e in considerazione del fatto che gli anziani ospiti sono soggetti fragili più degli altri esposti al virus». Ma sebbene la misura appaia drastica, vi è d’altro canto la rassicurazione che al momento non vi sarebbero rischi per gli ospiti. «La situazione è al momento tranquilla e sotto controllo – fanno sapere dal Comune di Montemarciano – ma occorrono prudenza, attenzione e comportamenti responsabili. In base all’andamento dei contagi l’amministrazione valuterà la successiva riapertura».

All’inizio della pandemia, ricordiamo, proprio la Rsa Marotti era stata quella maggiormente colpita dai contagi, con 23 anziani positivi su 25 ospiti. Anche due dipendenti comunali impiegati nella struttura erano stati posti in quarantena precauzionale.
Alla luce dell’esperienza passata, l’amministrazione ha deciso dunque di correre ai ripari in maniera preventiva e di preservare i nonnini da qualsiasi contatto con l’esterno che possa essere veicolo di possibile contagio.