Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Mole, scogliera di Torrette e nuove scuole Mercantini: la Giunta approva i progetti

L'assessore Manarini: «Stiamo intervenendo a 360 gradi su tutti settori per dare massima soddisfazione ai cittadini e per rendere migliore la città di Ancona»

Mole Vanvitelliana
Mole Vanvitelliana

ANCONA- Mole, scogliera a protezione del porticciolo di Torrette e realizzazione delle nuove scuole Mercantini. Sono i tre progetti approvati ieri (19 settembre) dalla Giunta Mancinelli. Il primo riguarda la Mole all’interno del piano delle città. Il progetto prevede il restauro dei due lati della struttura finora mai sistemati, completando così i lavori all’ex Lazzaretto. Il costo è pari a 7 milioni e 815 mila euro. Successivamente sarà indetto un bando, con una gara europea, per l’affidamento delle opere che dovranno essere ultimate entro 720 giorni dalla consegna dei lavori. L’intervento avrà per oggetto opere architettoniche, strutturali e impiantistiche per le parti non ancora restaurate.

Per quanto riguarda l’intervento per la scogliera a protezione del porticciolo di Torrette, il progetto prevede la manutenzione straordinaria con il riposizionamento dei massi che sono scivolati in mare a causa degli eventi meteomarini degli anni passati. Il tratto interessato è lungo circa 160 metri per un costo di 200mila euro finanziato al 50% dal Comune e la restante parte dalla Regione. La ricostituzione del profilo della scogliera permetterà una maggiore protezione del porticciolo di Torrette e anche dell’abitato.

Il progetto per la realizzazione delle nuove scuole Mercantini prevede la ricostruzione ex novo della scuola sul sito della precedente. Il vecchio edifico scolastico sarà infatti demolito a breve, oggi si sono svolte le procedure di gara e i lavori dovrebbero partire a novembre. «Stiamo proseguendo nel percorso che abbiamo condiviso con le famiglie, tutto il personale scolastico  e la dirigente. Dopo l’inaugurazione della nuova Mercantini presso le scuole Volta,  questo è il secondo passo per garantire in futuro una nuova sede definitiva,  sicura e confortevole» afferma l’assessore alle Politiche Educative, Tiziana Borini.

 La costruzione della nuova scuola Mercantini verrà realizzata con parametri sismici come prevede l’attuale normativa. La struttura sarà in legno, con piattaforme e telaio (come le nuove Socciarelli) per un totale di 1.334 metri quadrati. Il piano terra ospiterà la scuola dell’infanzia Sirenetta, il refettorio e gli spazi comuni per un totale di 671 mq. La scuola primaria Mercantini occuperà invece il primo piano. Nei 663mq sono compresi anche gli spazi comuni di collegamento. Per il risparmio energetico verranno realizzati impianti con pompa di calore di tipo elettrico, per climatizzazione estiva e invernale, alimentata da pannelli fotovoltaici installati sul tetto con una potenza massima di 15 kw. Il risparmio energetico sarà garantito anche con un sistema di impianto di illuminazione a led. Il costo dell’intervento è pari a 1 milione e 721 mila euro più Iva.

«Abbiamo approvato questi importanti progetti secondo la programmazione che si è data la giunta con il consiglio comunale, rispettando i tempi previsti. Stiamo intervenendo a 360 gradi su tutti settori: marittimo, culturale edilizia scolastica- commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Manarini -. L’amministrazione sta cercando di dare massima soddisfazione ai cittadini per rendere migliore la città».