Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Moda capelli 2020: taglio corto mannish style ed effetto pixel

L'informatica e il girl power condizionano anche le nostre acconciature: per gli hair-stylist il nuovo anno dà spazio al colore effetto pixel e al taglio cortissimo, ma sempre con un tocco femminile

Il 2020 ci invita a darci un taglio, almeno di capelli. Ebbene sì, addio a lunghe chiome, lo impone il ritorno del mannish style e del pixie cut, adatto a tutte le età. Capello cortissimo e collo scoperto s’addicono alla donna degli anni del girl power, pratica, ma senza rinunciare a brio e femminilità.

Armatevi di spazzola, phon e piastra: che siano scalati o regolari, i capelli dell’inverno 2019-2020 devono essere rigorosamente disciplinati e luminosi. Riga al centro e ciocche leggere. Accettati anche tagli più sbarazzini, ma non deve mancare in tal caso la frangetta. E, se proprio la vita piatta non fa per voi, osate con il wavy e le beach waves (letteralmente le “onde da spiaggia”, naturali): un must l’effetto degradé, liscio alla radice e ondulato da metà lunghezza in poi.

Ma il carattere passa anche attraverso il colore: red-power è la parola d’ordine. Il rosso, che sia ramato, mogano o ciliegia, è il colore moda dei capelli del prossimo inverno. Tornano però anche frange minime e ciuffi coloratissimi: viola, blu neon, rosso intenso, o platino sono le nuance più in voga.

Nuovo trend di quest’anno, al passo coi tempi: l’effetto ologramma. L’informatica entra nel quotidiano, trasformando i nostri atomi in pixel: grazie a piccolissimi quadratini multicolor, le chiome femminili daranno l’impressione di tanti pixel affiancati o disposti a comporre particolari disegni. Nelle passerelle, come nella vita di tutti i giorni.

Altra possibile opzione à-la-mode è il bob cut, nient’altro che il nostro caschetto sopra le spalle. Concessa dagli hair-stylist anche la versione lob, o “long bob cut”: un “caschetto lungo” all’altezza delle spalle, abbastanza adatto a ogni tipologia di viso e incarnato, ma preferibile da chi ha capelli sottili, per dare maggior volume alla chioma. Perfetto anche lo shug bob, più disordinato e sbarazzino.

Altro grande must: la riga centrale, abbinabile con frangia lunga, anche in versione “fake”, ovvero… finta. Proprio come quella della modella Bella Hadid: perfetta, ma attaccata con delle clip ben celate.

Lisci o ricci? Naturali! Sono ormai out i ricci definiti, meglio l’onda morbida. Se invece sentite che il capello liscio vi riflette di più, armatevi allora di una piastra al vapore, tool beauty che stende i capelli senza seccarli troppo. A prova di ciocca ribelle!

E il taglio leggero lascia spazio al gioiello per i capelli: è il tempo di fermagli e cerchietti. Per chi ama il tocco etnico, impossibile rinunciare a micro-treccine perfettamente aderenti alla testa, tempestate di strass, perle o tocchi di luce.

Ma, dite la verità, non riuscite proprio a rinunciare al tocco di capelli leggeri che cadono sotto le spalle e accarezzano la schiena? Per chi non può proprio fare a meno della chioma lunghissima, ci si salva in corner con i tagli lunghi, purché scalati e sfoltiti. In tal caso è meglio scegliere colori caldi, ad esempio tutte le tonalità del marrone, con riflessi biondi e rame. Sul podio dark chocolate, caramello e smokey. E lunga vita anche al balayage, tecnica francese di decolorazione tono su tono che ricrea, dall’hair stylist, l’effetto naturale del capello schiarito dal sole e dal mare.