Citroen Pieralisi Jesi
Citroen Pieralisi Jesi
Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Claudio Baldi Brevetti
La Follonica
La Follonica

Mobilitazione al triage

Libera Azione, la lista jesina di centrodestra capitanata da Massimiliano Lucaboni, si è data appuntamento davanti al Pronto Soccorso per segnalare le criticità del reparto e lanciare la campagna elettorale

Sit in di Libera Azione al Pronto Soccorso di Jesi (con Lucaboni al centro in giacca porpora)
Claudio Baldi Brevetti

JESI – Sit-in di Libera Azione davanti al Pronto Soccorso dell’ospedale Carlo Urbani. Capitanata da Massimiliano Lucaboni, il candidato sindaco, la compagine di centrodestra si è data appuntamento questa mattina in via dei Colli, di fronte all’ingresso del nosocomio jesino, per «denunciare le problematiche che si trova quotidianamente ad affrontare questo reparto ormai al collasso». Al suo fianco, Daniele Berardinelli, coordinatore provinciale di Forza Italia, Franco Rosini, commissario regionale della Democrazia Cristiana, oltre a Kristel Ulissi, Lorena Tenaglia, Sergio Roncaioli, Mauro Messina, Luciano Filippetti, Elisabetta Chessa, Mauro Fagioli e Valentina Simion.

«Tra le problematiche emerse – spiega Lucaboni -, la carenza di personale, le lunghe ed interminabili ore di attesa, la mancanza di posti letto. Siamo a sostegno del personale sanitario oberato di lavoro, ma anche contro il Pd regionale che per anni ha portato allo sfascio la nostra sanità locale. Siamo anche contro la passerelle dei  nostri politici locali in ospedale.  Se riusciremo ad avere il consenso della città, mi impegno fin da ora a far si che Jesi torni  ad essere  il secondo ospedale delle Marche per importanza e prestazioni offerte. Chiediamo quindi le dimissioni del presidente Ceriscioli e  del direttore Generale dell’Asur Marche, Alessandro Marini».

Berardinelli auspica quindi che «dalle prossime amministrative esca una maggioranza che sia capace di far sentire il proprio peso di fronte alla giunta regionale, perché se si è deciso di convogliare le forze su di un unico ospedale locale, dirottando su di esso le utenze della Vallesina, occorre poi essere all’altezza di tale operazione». Rosini (Democrazia Cristiana) punta al rilancio del centrodestra.