Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

I mieli di Giorgio Poeta alla conquista di Londra

The King of Honey, ennesimo, meritato, riconoscimento per l’apicoltore fabrianese – Great Taste Awards - che con il suo miele in barrique ha letteralmente rivoluzionato il mercato di riferimento

Giorgio Poeta e il riconoscimento ottenuto

FABRIANO – I mieli di Giorgio Poeta superano le Alpi e da oggi può essere a ben ragione etichettato, visto che lo ha fatto il prestigioso Times, come The King of Honey. Ennesimo, meritato, riconoscimento per l’apicoltore fabrianese – Great Taste Awards – che con il suo miele in barrique ha letteralmente rivoluzionato il mercato di riferimento.

Dopo i due Oscar green, l’ultimo dei quali assegnatogli dalla Coldiretti Ancona lo scorso luglio, il fabrianese Giorgio Poeta ha ottenuto un nuovo importante premio nientemeno che a Londra durante la 20° edizione della convention Great Taste Awards che raggruppa più di 12mila aziende. Tutte queste imprese hanno presentato i propri prodotti, in questa edizione oltre 12.600 prodotti. Quest’ultimi sono sottoposti a un attento esame da parte di una giuria tecnica composta dai principali buyer anglosassoni e da una giuria popolare composta da 500 persone. A tutti questi prodotti può non essere assegnata alcuna stelle o, al contrario, si può arrivare da un minimo di una a un massimo di tre stelle. Quest’anno sono stati assegnati a mille prodotti una stella, 300 con due stelle e 140 prodotti con tre stelle. Fra quest’ultimi, le due giurie hanno assegnato un ulteriore riconoscimento, Best fifty, ai 50 prodotti ritenuti migliori/eccellenti. E il miele di Giorgio Poeta ha ottenuto non solo le tre stelle, ma anche il Best fifty, con il miele carato gran Cru invecchiato nelle botti dopo che ha riposato il Kurni.

Il miele premiato

«Molta emozione e grande orgoglio. Per noi è la prima volta che abbiamo partecipato a questo concorso e, pochissime altre volte nella storia, una premiere assoluta è riuscita a ottenere tutto questo successo: tre stelle e Best Fifty. Un risultato immenso che alla vigilia non pensavamo di ottenere», ha commentato con grande emozione, Giorgio Poeta. «Anche perché a Londra, i miei prodotti sono presenti in poche quantità, magari grazie a questo trampolino riuscirò ad ampliare il mercato anche in Inghilterra».

L’interno dell’inserimento del Times

Ma potrebbe non essere finita qui l’eccellente campagna di Inghilterra dell’apicoltore fabrianese. «Questa sera, 4 settembre, sarà assegnato il premio Forchetta d’oro, il cui vincitore sarà scelto fra le ultime 50 del Best Fifty. Anche noi siamo in lizza, ma non credo che riusciremo ad aggiudicarci anche questo ambito premio, considerando che l’hanno sempre vinto i produttori inglesi. Ma, teniamo le dita incrociate e soprattutto sarà una cena di gala dove saranno presento i top buyer di Londra e dintorni e dove saranno esposti i prodotti dei Best Fifty. Ritorno a Fabriano mercoledì 6 settembre, molto contento e soddisfatto. Ho colto l’occasione per visitare Londra, città veramente molto bella. Ma soprattutto è stato interessante vedere come tanta gente, la maggior parte sconosciuta, abbia compreso il grande lavoro che in questi anni sto portando avanti», conclude Giorgio Poeta. E c’è da credergli visto che anche il prestigiosissimo Times lo ha incoronato Re del miele.