Mezzavalle, ci risiamo. Fuochi accesi in spiaggia nonostante i divieti

La scorsa estate ci sono stati diversi blitz da parte dei Carabinieri Forestali e della Polizia locale che hanno sorpreso numerose persone mentre dormivano sull’arenile dentro tende da campeggio. Per loro era scattata una multa da 100 a 1.000 euro

La spiaggia di Mezzavalle

ANCONA – Stessa storia, stessa spiaggia, stesso mare. Ci risiamo: arriva l’estate e a Mezzavalle, nonostante i divieti, si dorme e si accedono i fuochi in spiaggia. A testimonianza di quanto avvenuto nella notte, rimane il tronco di un albero che giace sull’arenile annerito e consumato dalle fiamme, come dimostrano le foto scattate dal Comitato Mezzavalle Libera.

«Ancora una volta, ad estate appena iniziata…fuochi in spiaggia … bottiglie spaccate…rifiuti… Libera non significa questo!! Non vi rendete conto di cosa potreste causare…» commenta su Facebook il Comitato che invita i bagnanti a fare le segnalazioni a chi dovere in caso di comportamenti scorretti.

Come è noto, anche se non sempre vengono rispettati, a Mezzavalle vigono dei divieti tra i quali, il divieto di campeggio, bivacco, accensione fuochi e introduzione di animali in spiaggia. Tutti sono segnalati da appositi cartelli posizionati lungo lo stradello. La scorsa estate, ci sono stati diversi blitz da parte dei Carabinieri Forestali e della Polizia Municipale che in più di un’occasione, all’alba, hanno sorpreso numerose persone mentre dormivano sull’arenile dentro tende da campeggio. Per loro era scattata una multa da 100 a 1.000 euro.

Intanto il Comitato, in collaborazione con Vela Nuoto Ancona, si prepara alla Nuotata di Mezzavalle in programma domenica 14 luglio. La manifestazione di nuoto non competitiva, giunta alla 14esima edizione, prevede una distanza di circa 600 metri. Le iscrizioni aperte dalle 9.45, partenza alle 10.15.

Tronco annerito sulla spiaggia di Mezzavalle (Foto: Comitato Mezzavalle Libera)
Tronco annerito sulla spiaggia di Mezzavalle (Foto: Comitato Mezzavalle Libera)