Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Meningite, la maestra di Senigallia resta in gravi condizioni

La donna, ricoverata all'ospedale di Fermo, è stata sottoposta ad intervento chirurgico. Segnalato in città un caso di scarlattina alla scuola per l'Infanzia Vivere Verde

SENIGALLIA- È stata sottoposta ad intervento chirurgico la 51enne senigalliese ricoverata all’ospedale di Fermo per aver contratto la meningite batteriologica. La donna, insegnante in una scuola elementare della città, si era recata giovedì scorso, 16 gennaio, all’ospedale di Senigallia dove i medici, dopo avere sospettato la meningite meningococcica, l’avevano sottoposta a tac che ha confermato il contagio.

Immediato il trasferimento all’ospedale di Fermo dove la donna, a distanza di poche ore, ha reagito alla cura antibiotica a cui è stata sottoposta. Sabato e domenica è rimasta vigile, ha parlato al telefono con alcuni conoscenti ed ha visto i familiari. I medici hanno ritenuto necessario sottoporla ad intervento chirurgico e le sue condizioni restano gravi.

Un caso di scarlattina si è invece verificato alla Scuola per l’Infanzia Vivere Verde. “Si tratta di una malattia infettiva contagiosa, ma poca diffusa, causata da streptococchi betaemolitici di gruppo A” – si legge nell’informativa dell’Asur – Il periodo di incubazione va da uno a tre giorni. Nei casi non trattati il periodo di contagiosità arriva fino a 20 giorni. Un anno fa si erano verificati due casi di scabbia uno alla scuola elementare Pascoli, l’altro alla scuola elementare Leopardi.