Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Mascherina, ecco tutto quello che c’è da sapere per evitare multe

Il nuovo Dpcm ha esteso l'utilizzo della protezione facciale anche all'aperto, durante tutto l'arco della giornata. Inoltre va portata sempre con sé, pena sanzioni fino a mille euro

ANCONA – Tra gli oggetti indispensabili della giornata, da tenere sempre con sé, c’è ormai anche la mascherina, per evitare il contagio da Covid-19. La protezione facciale, resa obbligatoria all’aperto durante tutto l’arco della giornata dal nuovo Dpcm, è bene non dimenticarla a casa, pena salatissime sanzioni che vanno dai 400 ai 1.000 euro, oltre agli ovvi rischi per la salute.

Ma nel dettaglio, quando va indossata? Innanzi tutto, secondo il nuovo Dpcm, bisogna averla sempre con sé, a portata di mano, in modo da poterla mettere all’occorrenza. Infatti va indossata in tutti i luoghi all’aperto ogni volta che ci si trovi in prossimità di altre persone non conviventi. Quindi quando ci si muove a piedi per strada o nelle piazze, occorre averla perché la possibilità di incontrare altre persone è evidente. Se invece si cammina in una zona isolata non serve indossarla, ma anche in questo caso va sempre tenuta a portata di mano.

L’obbligatorietà scatta anche nei luoghi chiusi, per cui la mascherina va indossata in ufficio, a meno che non si abbia una stanza isolata dagli altri,  e, come previsto anche prima del nuovo Dpcm, va messa anche quando si va in un negozio. Previsto l’obbligo anche nella propria casa se si hanno ospiti, parenti, amici, insomma persone non conviventi, anche se i medici consigliano di metterla in presenza di familiari anziani conviventi. Resta in vigore ovviamente anche l’obbligo di indossarla nei locali, come bar e ristoranti dove non va tenuta solo quando si sta seduti a tavola, mentre nelle pizzerie e nei pub va tenuta sempre, abbassandola solo mentre si mangia o si beve.

Come si legge nel comunicato stampa diramato dal Consiglio dei Ministri «si fa eccezione a tali obblighi, sia in luogo chiuso che all’aperto, nei casi in cui, per le caratteristiche del luogo o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi».

Sempre esclusi dall’obbligo di indossare la mascherina i bambini sotto i 6 anni di età, e le persone affette da patologie o persone con disabilità incompatibili con la copertura di naso e bocca.

A bordo dei mezzi pubblici la mascherina va indossata, così come alla fermata. Nella propria auto va messa solo se si trasportano persone familiari non conviventi, amici, colleghi o altre persone non conviventi. Stesso discorso anche in moto. Se invece si va in bicicletta o in monopattino non serve indossarla.

Niente mascherina durante l’attività motoria, sia al chiuso che all’aperto, ad eccezione che non si riesca a mantenere la distanza di 2 metri dalle altre persone. Fondamentale rispettare le regole, per la propria salute e per quella degli altri.