Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Marche, screening di massa: ecco i dati della prima giornata

Prova del nove per la prima giornata della campagna gratuita con tampone antigenico rapido. Grande affluenza e nessun intoppo. 39 i positivi rilevati su 8.254 test

Il tampone antigenico rapido

ANCONA – Sono 39 i positivi al Covid complessivamente rilevati nelle Marche su 8.254 persone analizzate, pari allo 0,4% dei test. Il dato, aggiornato alle 19, rende già la dimensione di questa prima giornata di campagna gratuita di screening di massa disposta dalla Regione Marche nelle sei città capoluogo di provincia: Ancona, Pesaro, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno e Urbino. Successivamente si aggiungeranno i comuni più piccoli per arrivare via via a coprire l’intero territorio regionale.

«Numeri significativi supportati anche dalle prenotazioni già arrivate per i prossimi giorni. Sono dati incoraggianti – commenta l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini -. Sono molto soddisfatto dell’andamento di questa prima giornata, della ottima organizzazione in tutte le strutture e per questo ringrazio tutti gli operatori e i volontari impiegati in questa grande operazione».

«Quella dello screening è stata e continua ad essere un’organizzazione complessa che coinvolge circa un migliaio di persone, una macchina che potrà essere utilizzata anche per la somministrazione dei vaccini covid – prosegue l’assessore alla Sanità – con un enorme sforzo di tutto il sistema sanitario, e grazie alla straordinaria collaborazione di tutti, saremo in grado di isolare persone che pur essendo asintomatiche sono positive, di conoscere la diffusione del virus e la sua concentrazione in alcune aree, ma anche di frenare l’avanzata del contagio permettendo alle persone che dovessero risultare positive di non trasmettere il virus ai propri cari, è un’assunzione di responsabilità diretta e quindi ringrazio tutti i marchigiani che vorranno sottoporsi al tampone che ricordo essere completamente gratuito».

Ad Ancona sono 6  i positivi su 1.555 tamponi antigenici rapidi eseguiti complessivamente al PalaIndoor nella prima giornata di screening di massa gratuito sulla popolazione positivo uno 0,3% dei test. A Pesaro e Urbino sono 25 i positivi su 2.563 testati, uno 0,9%. A Macerata 2 i positivi su 653 testati, uno 0,3% dei test. A Fermo 4 positivi su 1.150 test eseguiti, uno 0,3% dei test. Ad Ascoli Piceno i positivi sono 2 su 2.333 testati, uno 0,9% dei test eseguiti. La prima fase dell’iniziativa che vede le Marche prime in Italia ad avviare una campagna gratuita di questo genere, proseguirà fino al 23 dicembre.

IL VIDEO CON LE PRIME INTERVISTE:

La Regione ha acquistato 2 milioni di test e approntato una spesa di 2,6 milioni di euro. La prima giornata è filata liscia senza intoppi. Impegnati sul campo oltre un migliaio di operatori del personale sanitario dell’Asur. Coinvolti nell’operazione anche gli studenti del corso di Medicina Generale, la Protezione civile regionale, il mondo del volontariato, Croce Rossa, Anpas, Misericordia, e i volontari dell’Università Politecnica delle Marche.

Ad Ancona sono 6 i positivi complessivamente rilevati e confermati con tampone molecolare, a fronte di 730 test antigenici rapidi eseguiti fino alle 13 e 825 fino alle 19. Allo screening si è presentato il 98,29% delle persone che si erano prenotate e la percentuale di positivi rilevati in rapporto ai test eseguiti è dello 0,39%.