Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Fase due, Marche: dal 25 maggio riaprono musei, biblioteche e archivi. La cultura torna a vivere

Il presidente regionale Luca Ceriscioli ha siglato l'ordinanza in linea con il Decreto del Presidente del Consiglio del 17 maggio. Si potrà nuovamente godere della vista delle opere d'arte che costellano il territorio marchigiano

ANCONA – Via libera alla riapertura di musei, archivi, biblioteche e degli altri luoghi di cultura presenti nelle Marche. Il presidente regionale Luca Ceriscioli ha siglato nel pomeriggio di oggi 18 maggio l’ordinanza che ne sancisce la riapertura a partire da lunedì 25 maggio, in linea con quanto stabilito dal Decreto del Presidente del Consiglio siglato il 17 maggio. Riprende vita dunque il ricco patrimonio artistico culturale della regione.

Si potrà nuovamente godere della vista delle opere d’arte che costellano il territorio marchigiano. Saranno in vigore tutte le norme di sicurezza anti contagio stabilite dalla Regione nei protocollo “Lavoro e Sicurezza” per il contenimento del contagio, in questo caso concordate anche con la Soprintendenza della Marche: dalla sanificazione degli ambienti all’accesso contingentato all’interno di musei, archivi, biblioteche e degli altri luoghi dove si svolge la vita culturale della regione.