Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Maiolati Spontini festeggia i 100 anni di Carola Gianfelici

Il sindaco Consoli, con la fascia tricolore, le ha consegnato orchidee bianche e una pergamena con un messaggio di auguri

Carola Gianfelici
I festeggiamenti per Carola Gianfelici

MAIOLATI SPONTINI – Il sindaco Tiziano Consoli ha fatto gli auguri, a nome di tutta la comunità di Maiolati Spontini, alla neo centenaria Carola Gianfelici.

Il sindaco Tiziano Consoli e Carola Gianfelici

«Grazie a tutti»: Carola lo ha ripetuto alla sua famiglia, al sindaco, al parroco e ai vicini di casa che si sono alternati dal cortile della sua abitazione per rivolgerle un augurio nel giorno del suo centesimo compleanno.
Il sindaco Consoli, con la fascia tricolore, si è intrattenuto con la signora Carola leggendo alcuni passaggi di un suo diario personale che ha scritto a mano, consegnandole le orchidee bianche e la pergamena con il messaggio di auguri: «Festeggiare Carola, arrivata a questo traguardo, è un po’ festeggiare tutta la nostra comunità che oggi si unisce alle famiglie Gianfelici e Tomassetti per esprimere i migliori auguri alla centenaria».

La signora Carola è nata a Cingoli, nella frazione di Castreccioni, il 31 marzo del 1921, da Assunta Virgili e Pacifico, che hanno dato alla luce undici figli. Nel 1939 la famiglia si è trasferita a Colcerasa dove, nel 1948, Carola si è sposata con Domenico Tomassetti. Ha abitato a Moscosi di Cingoli poi ad Apiro e a Castelplanio.

Carola abita a Moie dal febbraio 1975. I suoi quattro figli, Antonio, suor Maria, Assunta, Angela e Pietro, i nipoti e i pronipoti le sono sempre stati vicino.
La nota stampa dell’amministrazione comunale di Maiolati la descrive come una donna forte e volitiva, che ha sempre lavorato per la famiglia e per la comunità, mettendosi a servizio della parrocchia poiché per venti anni è stata ministro straordinario della comunione, dell’Azione cattolica e dell’Unitalsi come sorella di assistenza. Ricorda le filastrocche e i proverbi che l’hanno accompagnata nella sua vita e nel lavoro in campagna. Trascorre le sue giornate in casa con la figlia signora Assunta, e dedica tanto tempo alla preghiera, al lavoro a maglia, al riposo, le piace chiacchierare con la figlia delle vicende passate, sapere come stanno i nipoti. Ha collaborato alle pubblicazioni storiche sul comune di Cingoli e le sue frazioni realizzate dal figlio Antonio Tomassetti e dal nipote Paolo Tomassetti.

Anche il sindaco di Cingoli, Michele Vittore e l’assessora alla cultura, Martina Coppari, hanno fatto pervenire il loro personale messaggio di auguri alla signora Carola, ringraziando l’amministrazione comunale di Maiolati Spontini per i festeggiamenti: «Un saluto particolare ai figli, ai familiari e a tutti coloro i quali si sono uniti in questo momento di festa. È un vero piacere festeggiare la longevità dei nostri cittadini, loro che sono fonte inesauribile di vita, saggezza ed esperienza. Recentemente, l’amministrazione comunale di Cingoli ha accolto con piacere l’ultima pubblicazione del figlio Antonio e del nipote Paolo, su Valcarecce (“Valcarecce. Storia e territorio di una comunità nel territorio di Cingoli”), a dimostrazione del legame sempre vivo con la famiglia della signora Carola».