Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Macerata, i vigili del fuoco festeggiano Santa Barbara. Oltre 5 mila interventi in un anno

La cerimonia, con Tricolore e Inno nazionale, era dedicata ai colleghi morti ad Alessandria. I numeri del comando provinciale illustrati da Giangiobbe durante le celebrazioni della patrona, tra sisma, soccorsi e formazione

MACERATA – Grande festa questa mattina a Macerata in occasione della ricorrenza di Santa Barbara, patrona del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Presso la chiesa di Santa Croce, Sue Eccellenza Nazzareno Marconi, ha officiato la celebrazione eucaristica alla presenza delle autorità civili e militari della provincia. Una cerimonia dedicata ai tre vigili del fuoco, Antonio, Marco e Matteo, che hanno perso la vita lo scorso 5 novembre nell’esplosione di una cascina in provincia di Alessandria.

Dopo la celebrazione, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Antonio Giangiobbe ha tracciato un bilancio degli interventi eseguiti dal Corpo provinciale nel 2019 e ha poi premiato con benemerenze per anzianità di servizio, attestati di lodevole di servizio e note di compiacimento undici appartenenti al Corpo provinciale. «Ringrazio tutti i presenti per aver preso parte alle celebrazioni in onore di Santa Barbara – le parole del Comandante Giangiobbe -. Grazie agli uomini del mio Comando che ogni giorno rappresentano un punto di riferimento per i cittadini nei momenti difficili, operando al fianco dei più deboli e di chi è in difficoltà. Hanno sempre dimostrato una forte passione e un vero spirito di abnegazione in tutti i settori di competenza».

Giangiobbe ha poi ricordato come il territorio maceratese sia stato «fortemente devastato dagli eventi sismici del 2016: sono stati 1751 gli interventi nelle zone colpite dal terremoto da inizio anno – ha sottolineato -. Il Corpo dei Vigili del Fuoco ha sempre manifestato la propria vicinanza alle popolazioni delle quattro regioni colpite organizzando a Camerino, scelto come luogo simbolo, le celebrazioni per la ricorrenza dell’80esimo anniversario della nascita del Corpo».

Il Comandante Giangiobbe ha poi snocciolato alcuni numeri in merito all’attività complessiva del Comando maceratese, che conta 232 dipendenti: da inizio anno sono stati 5374 gli interventi di soccorso urgente. Tra questi 822 per incendi, 557 per incidenti stradale, 789 per bonifica imenotteri, 1596 per apertura porte, 230 per soccorso a persone e 1380 gli interventi di varia natura. Tra luglio e agosto inoltre sono stati 102 gli interventi di spegnimento incendi: sono andati a fuoco 90 ettari di bosco, 14 ettari di campi coltivati e 42 ettari di sterpaglie.

Le celebrazioni per santa Barbara, patrona dei Vigili del fuoco, svoltesi a Macerata
Le celebrazioni per santa Barbara, patrona dei Vigili del fuoco, svoltesi a Macerata

E poi molte le convenzioni stipulate con enti territoriali come quella per il presidio in mare composto da soccorritori acquatici, quella con l’ARPAM per il prelievo di campioni di acqua in ambienti lacustri e quella di vigilanza antincendio boschivo. «Il Corpo dei vigili del fuoco ha portato avanti inoltre un’attività di Polizia Giudiziaria, istituendo anche il competente ufficio, sia nell’ambito del soccorso sia in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro: 12 i procedimenti ispettivi con le conseguenti sanzioni – ha continuato il Comandante -. Non è mancata poi l’attività di formazione e di addestramento interna ed esterna: 12 i corsi di formazione a medio e alto rischio che hanno permesso di esaminare circa 510 unità».

Infine, il prefetto di Macerata Iolanda Rolli, ha consegnato le croci di lodevole servizio a Tarcisio Fermanelli, Roberto Schiavoni, Domenico Pazzelli e Laura Rogani. Croci di anzianità invece per Riccardo Castellani, Roberto Pietrella, Giuseppe Zitti e Frabrizio Bartolacci. Note di compiacimento sono andate a Delio Berrè, Roberto Battellini e Umberto Ionni.

Al termine della cerimonia, in piazza Indipendenza, si è proceduto al dispiegamento del Tricolore, accompagnato dall’Inno italiano. Si sono svolte manifestazioni anche nelle sedi di Camerino, Civitanova Marche e Tolentino.