Macerata, a lezione di urbanistica con l’archistar Mario Cucinella

Pioniere dell’architettura sostenibile in Italia, allievo di Renzo Piano, sarà giovedì 9 maggio ospite dell'Università. La sua lectio magistralis sarà incentrata sul rapporto tra città e atenei

Mario Cucinella
Mario Cucinella

MACERATA – Tra i maggiori esponenti dell’architettura contemporanea, Mario Cucinella, pioniere dell’architettura sostenibile Made in Italy, sarà giovedì 9 maggio a Macerata. Ospite in uno degli incontri dell’Università sul tema “La città del futuro. Lezioni di urbanistica a UniMC”, curati dall’architetto Federica Ciavattini.

La sua lectio magistralis sarà incentrata sul rapporto tra città e Università, tema che rientra anche tra le linee programmatiche del piano strategico 2019/2022 di Unimc, dove gli atenei sono visti come presidi stabili e partner strategici del sistema territoriale, svolgendo una funzione di bene pubblico che va riconosciuta e rafforzata.

La conferenza, introdotta dal rettore Francesco Adornato, si svolgerà dalle 14.30 all’auditorium UniMc in via Padre Matteo Ricci. L’evento è accreditato dall’Ordine degli architetti della provincia di Macerata. Interverranno anche Manuel Orazi dell’Università di Ferrara sui progetti dell’architetto Giancarlo De Carlo per l’Università di Urbino e le sue ripercussioni per la città, e Rosita Pretaroli di Unimc sull’economia dell’università. Seguirà la proiezione del documentario “L’altro spazio. Viaggio nelle aree interne dell’Italia” scritto da Mario Cucinella e prodotto da Someone e Rai Cinema per il Padiglione Italia “Arcipelago Italia” della Biennale Architettura 2018.

Mario Cucinella, classe 1960, è il primo architetto in Italia ad aver realizzato edifici di architettura sostenibile: la sua prima opera è la sede de iGuzzini illuminazione di Recanati del 1999. Fra i suoi progetti più recenti, a Milano la Torre Unipol, il nuovo ospedale San Raffaele, il Museo Estrusco della fondazione Luigi Rovati, la Città della Salute di Sesto San Giovanni, le torri Viertel Zwei a Vienna, la nuova sede del Rettorato dell’Università Roma Tre, i progetti del Workshop Ricostruzione in Emilia-Romagna (quest’ultimi vincitori dell’European Sustainability Award 2019).

Il suo studio ha sede a Bologna e conta 95 persone. Ha fondato SOS – School of Sustainability con sede a Bologna, un’accademia di post-laurea focalizzata sulla formazione di professionisti emergenti nel campo della sostenibilità. Nel 2018 ha curato il Padiglione Italia alla 16esima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia. Ha lavorato insieme con Renzo Piano sul tema delle periferie e cercato di praticare la partecipazione con gli abitanti sulla scorta della sua formazione genovese con Giancarlo De Carlo.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.unimc.it.