Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Macerata, nel giorno di Pasqua il prefetto visita le sedi operative delle forze dell’ordine

In un mese, carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza hanno effettuato 63.886 controlli. Gli uomini in divisa hanno anche reso omaggio agli ospedali che combattono contro il Covid-19

La visita del prefetto nelle sedi operative delle forze dell'ordine di Macerata

MACERATA – Le forze dell’ordine sempre vicine alla cittadinanza: soprattutto in un momento di emergenza e soprattutto anche il giorno di Pasqua. Proprio ieri, 12 aprile, il prefetto di Macerata Iolanda Rolli ha portato un saluto e i suoi personali auguri visitando le sale operative della questura, dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di Finanza.

«Ho voluto esprimere la mia vicinanza e il mio ringraziamento alle donne e agli uomini delle Forze di Polizia – sono state le parole del prefetto -. Ogni giorno, senza interruzione, con senso del servizio lavorano intensamente per il bene di tutti noi, in questo momento di emergenza, poi, al lavoro quotidiano si è aggiunto un impegno estremamente importante finalizzato all’osservanza delle particolari prescrizioni imposte per contenere la diffusione del contagio dal nuovo Covid-19. Il loro impegno consente anche in questa occasione il raggiungimento di risultati di eccellenza, nella consapevolezza che questo è quanto la cittadinanza si aspetta dallo Stato e dai suoi funzionari».

Prima tappa all’interno del Palazzo dei Priori dove il prefetto è stato accolto dal questore Antonio Pignataro e dal capo della Squadra Mobile Maria Raffaella Abbate. Insieme poi si sono mossi verso il Comando provinciale dei carabinieri e il Comando provinciale della Guardia di Finanza dove sono stati ricevuti, nelle rispettive sedi, dal colonnello Michele Roberti e dal colonnello Amedeo Gravina.

I vertici delle Forze di Polizia hanno fornito al prefetto un quadro delle attività svolte e della pianificazione adottata per garantire un’azione più efficace di controllo del territorio e scongiurare movimenti collegati a esodi, gite fuori porta, ricongiungimenti familiari e trasferimenti non giustificati presso le seconde case.

In un mese le forze dell’ordine hanno effettuato 63.886 controlli testimoniando una intensa attività che non conosce soste. Il prefetto ha infine vicinanza e ha ringraziato le donne e gli uomini impegnati anche in questi giorni di festa, con sacrificio personale e delle loro famiglie, per il bene della comunità.

I rappresentanti delle forze dell’ordine poi hanno raggiunto, a mezzogiorno, l’ospedale di Macerata per rendere omaggio ai medici, infermieri, oss e a tutto il personale sanitario impegnato in prima linea che continua la costante battaglia contro il Covid-19.